Sabato 20 Luglio 2024

Kim Jong-un è arrivato in Russia. All’incontro con Putin anche il ministro Shoigu

Il treno su cui viaggiava il leader nordcoreano è transitato lungo la transiberiana. Non rivelato il luogo del vertice, ma probabilmente sarà a Vladivostok

Mosca, 12 settembre 2023 - Kim Jong-un è arrivato in Russia. Lo ha confermato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, mentre la televisione Rossiya-1 ha mostrato le immagini del treno su cui viaggiava il leader nordcoreano che attraversava un ponte su un fiume, con le carrozze di colore verde trainate da un locomotore russo.

Una tv sudcoreana mostra le immagini della partenza di Kim Jon-un per la Russia (Ansa)
Una tv sudcoreana mostra le immagini della partenza di Kim Jon-un per la Russia (Ansa)

Secondo informazioni della televisione riprese da Interfax, il convoglio è transitato in "totale segretezza" per la stazione di Chasan, situata in territorio russo vicino al confine, per poi proseguire sulla ferrovia transiberiana. Secondo la Reuters, Kim Jong-Un è sceso brevemente dal treno al valico di confine di Khasan per incontrare funzionari locali quindi è ripartito.

Approfondisci:

Guerra Ucraina, Usa verso l’invio a Kiev di missili a lungo raggio con bombe a grappolo. Zuppi vola in Cina

Guerra Ucraina, Usa verso l’invio a Kiev di missili a lungo raggio con bombe a grappolo. Zuppi vola in Cina

L’incontro con Putin e i temi sul tavolo

Peskov ha detto che l'incontro con il presidente russo Vladimir Putin si terrà nell'Estremo Oriente russo, ma non ha precisato dove. Ma con molta probabilità sarà nella città di Vladivostok. Il vertice tra i due capi di Stato avverrà “entro questa settimana”, secondo i media russi. Il Cremlino ha chiarito che vi parteciperà anche il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu.

Esperti dicono che Mosca probabilmente chiederà a Pyongyang proiettili di artiglieria e missili anticarro in cambio di tecnologia satellitare avanzata e sottomarini a propulsione nucleare. Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto ai media russi che i due leader discuteranno di “temi sensibili” ignorando gli “avvertimenti” degli Stati Uniti, secondo cui la Corea del Nord “pagherebbe un prezzo” se fornisse a Mosca armi per il conflitto in Ucraina. “Nel costruire le nostre relazioni con i nostri vicini, compresa la Corea del Nord, per noi la cosa più importante sono gli interessi dei nostri due Paesi, non gli avvertimenti di Washington”, ha aggiunto Peskov.