Debole inizio settimana a Piazza Affari, Tim in vetta tra le tlc

La Borsa di Milano inizia la settimana in calo, con Tim in rialzo per la proposta di fusione di Iliad a Vodafone. Bene anche Tenaris ed Eni, mentre Ferrari è tagliata a 'neutral' da Intermonte. Diasorin presenta il piano industriale al 2027, Cucinelli entra nell'indice principale al posto di Cnh.

Borsa: Milano apre settimana debole, svetta Tim con le tlc

Borsa: Milano apre settimana debole, svetta Tim con le tlc

L'avvio di questa settimana è stato debole per la Borsa di Milano (Ftse Mib -0,44% a 30.241 punti), che, come le altre Piazze finanziarie, risente delle incertezze sul 'timing' del taglio dei tassi nel 2024. A svettare è Tim (+4,5%) grazie al consolidamento del settore delle tlc dopo che Iliad ha presentato a Vodafone una proposta di fusione delle attività in Italia. Bene anche Tenaris (+1,11%) ed Eni (+1,2%), titoli legati all'energia, mentre i prezzi del gas e del petrolio salgono a causa delle tensioni crescenti nel Mar Rosso dovute agli attacchi dei militanti Houthi alle navi mercantili. Nel credito, buon passo di Unicredit (+1,84%) con il ceo Orcel che ha indicato possibili acquisizioni nell'Europa Centrale. Ferrari (-3,41%) è stata tagliata a 'neutral' da Intermonte. Diasorin (-1,93%), che venerdì a mercati chiusi ha presentato il piano industriale al 2027, ha chiuso pesantemente. Esordio amaro anche per Cucinelli (-1,28%), entrata nell'indice principale al posto di Cnh.
è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro