Adulti e Spid/Cie, quasi la metà nel 2023

L'Istat rileva che nel 2023 il 41,2% degli italiani di 15 anni e più ha usato l'identità digitale Spid o Cie. Differenze geografiche e tra grandi e piccoli Comuni.

Istat,in 2023 quasi la metà degli adulti ha usato Spid o Cie
Istat,in 2023 quasi la metà degli adulti ha usato Spid o Cie
Nel 2023, il 41,2% degli individui di 15 anni e oltre ha fatto uso dello strumento dell'identità digitale Spid (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o Cie (Carta d'Identità Elettronica). Lo ha rilevato l'Istat nella rilevazione Ict che "ha indagato per la prima volta l'utilizzo dell'identità digitale". In particolare, il 34,5% degli individui di 15 anni e più ha utilizzato l'identità digitale per accedere ai servizi online forniti dalla pubblica amministrazione o da gestori servizi pubblici nazionali, una quota più contenuta, l'11,3%, per quelli forniti da aziende, imprese, organizzazioni no profit e solo il 6% per quelli forniti dalla Pubblica Amministrazione o da gestori servizi pubblici esteri. L'utilizzo dell'identità digitale nell'interazione online con la pubblica Amministrazione o con i privati aderenti è più diffuso tra i residenti del Centro-Nord (46,1% contro il 31,7% del Mezzogiorno) e dei Comuni centro dell'area metropolitana (51,6% contro il 32,5% dei Comuni fino a 2mila abitanti).
è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro