Quotidiano Nazionale logo
quotidiano nazionale
15 dic 2021

Nuove regole per entrare in Italia, turismo in allarme: "Un flagello"

La stretta sanitaria anti-Covid (quarantena per i non vaccinati e tampone per tutti) agita il settore: "Subito misure di sostegno dal governo"

15 dic 2021
achille perego
Economia
LOS ANGELES, CALIFORNIA - DECEMBER 01: A COVID-19 test center operates inside the Tom Bradley International Terminal at Los Angeles International Airport (LAX) on December 01, 2021 in Los Angeles, California. The Biden administration is planning to announce tighter restrictions for travelers flying into the United States, including requiring a negative test for COVID-19 one day ahead of travel, in response to the new Omicron variant.   Mario Tama/Getty Images/AFP
== FOR NEWSPAPERS, INTERNET, TELCOS & TELEVISION USE ONLY ==
Centro tamponi all'aeroporto di Los Angeles (Ansa)
LOS ANGELES, CALIFORNIA - DECEMBER 01: A COVID-19 test center operates inside the Tom Bradley International Terminal at Los Angeles International Airport (LAX) on December 01, 2021 in Los Angeles, California. The Biden administration is planning to announce tighter restrictions for travelers flying into the United States, including requiring a negative test for COVID-19 one day ahead of travel, in response to the new Omicron variant.   Mario Tama/Getty Images/AFP
== FOR NEWSPAPERS, INTERNET, TELCOS & TELEVISION USE ONLY ==
Centro tamponi all'aeroporto di Los Angeles (Ansa)

Milano, 15 dicembre 2021 - La stretta sanitaria sui viaggi, in particolare sugli arrivi dall’estero (dalla quarantena al tampone anche per i vaccinati con green pass), decisa dal governo e in vigore da domani fino al 31 gennaio, non è finita solo nel mirino della Ue ma anche e soprattutto in quello dell’industria del turismo. Perché le nuove misure imposte per fronteggiare la diffusione della variante Omicron del Covid rischiano di trasformarsi in una gelata sulle vacanze di Natale e di Capodanno. Una stretta che, stima Coldiretti basandosi su dati Bankitalia, riguarda quei 6 milioni di viaggiatori stranieri che nell’ultimo anno, prima della pandemia, sono arrivati in Italia in prossimità delle feste di Natale e Capodanno. Ma anche gli italiani che le avevano programmate fuori confine per quest’anno, circa 800mila, comunque il 58% in meno rispetto ai 2,1 milioni del 2019. Lo tsunami Omicron, aggiunge Coldiretti, spinge a dire addio alle grandi capitali europee e alle destinazioni più lontane ma provoca anche una diffusa incertezza che sta facendo posticipare prenotazioni e programmi. Per un periodo, quello delle festività di fine anno, che vede destinare oltre 4 miliardi delle tredicesime alle spese extra, compresi i viaggi, e vale, secondo Assoutenti, 10,4 miliardi. Una cifra inferiore di 2,7 ai 13 del Natale 2019 ma che adesso rischia di diventare ancora più bassa. Zona gialla in Italia: le regioni che cambiano colore. Cosa può succedere dopo Natale Quarantena: quanto dura per vaccinati e non Non c’è dubbio, avverte Pier Ezhaya, presidente di Astoi-Confindustria Viaggi, associazione che rappresenta oltre il 90% dei tour operator in Italia, che le nuove misure anti-Omicron sui viaggi siano una «mazzata». Non tanto per le partenze fuori dal Belpaese, anche se dai corridoi turistici aperti (Aruba, Mauritius, Seychelles, Repubblica Dominicana, Egitto e le Maldive che sono già in sold ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?