Mercoledì 29 Maggio 2024

ItalCredi, utile lordo in aumento del 4,2%

Prestiti sempre disponibili, ma con molta attenzione al sovraindebitamento, seguendo anche le indicazioni degli organi di vigilanza sul settore, con...

Prestiti sempre disponibili, ma con molta attenzione al sovraindebitamento, seguendo anche le indicazioni degli organi di vigilanza sul settore, con una quota di circa il 20% di domande respinte. Italcredi, oltre 50mila posizioni aperte, una delle più attive società per il credito sul "quinto dello stipendio" appartenente al Gruppo La Cassa di Ravenna – presieduto da Antonio Patuelli e diretto da Nicola Sbrizzi – ha approvato i risultati dell’esercizio chiuso al 31 dicembre. I dati dell’esercizio di ItalCredi Spa risultano ampiamente positivi, malgrado il perdurare di una congiuntura particolarmente difficile.

Il margine di intermediazione è cresciuto a 12,8 milioni di euro (+ 10%); l’utile dell’attività corrente al lordo delle imposte, inclusi accantonamenti rischi e rettifiche per il rischio di credito particolarmente prudenti, è aumentato a 2 milioni di euro (+4,2%). L’utile netto è risultato di 1,3 milioni di euro superando quello dell’esercizio precedente. Stabili le posizioni in difficoltà, grazie anche ad una attenta istruttoria di tutti i casi che non vengono "risolti" in 24 ore, tempo ritenuto non sufficiente per una istruttoria attenta, ma al massimo in una decina di giorni. "Il settore – spiega il presidente Luca Anselmi – sta attraversando un momento complesso e abbiamo ristretto le condizioni di accesso per evitare il rischio di sovraindebitamento. Ma le prospettive per il 2024 ci danno una situazione in equilibrio grazie anche a servizi sempre migliori con una piattaforma informatica, easy money, predisposta dal Cse, sofisticata ma anche molto semplice per l’utente. Una linea di contatto diretto che passerà sia dall’aumento degli agenti che dalla crescita dei nostri punti fisici che da 8, nel giro di tre anni, raddoppieranno". Il direttore generale Arnaldo Furlotti evidenzia che "la resilienza dimostrata dalla società in un anno considerevolmente impegnativo, segnatamente nel settore di riferimento, è la garanzia dei presupposti sui quali si fonda una significativa fiducia nel futuro, grazie anche al supporto del Gruppo bancario di appartenenza".

Italcredi opera attraverso alcuni pilastri fondamentali, a partire dalla cessione del quinto che è una forma di finanziamento rimborsabile attraverso trattenuta mensile in busta paga o sul cedolino della pensione, per un importo non superiore a un quinto dello stipendio o della pensione.

Giorgio Costa