Roberto Speranza (Ansa)
Roberto Speranza (Ansa)

Roma, 22 novembre 2021 - Svolta sulla campagna di vaccinazione anti-Covid. Mentre è in corso la riunione Regioni-governo sul Super Green pass, arriva l'ok di Roberto Speranza ad anticipare la terza dose di vaccino dopo 5 mesi. In serata, viene firmata la circolare ministeriale che sarà pubblicata domani martedì 23 novembre sulla Gazzetta Ufficiale. In vigore da mercoledì.   Resta per ora il limite degli over40. Ma l'assessore regionale del Lazio, Alessio D'Amato, chiede di superare quello steccato. “L’annuncio di anticipare il richiamo a 150 giorni del vaccino non può che trovarci d’accordo - dichiara -, siamo stati precursori di questa linea tra diversi scetticismi anche di addetti ai lavori. Oggi siamo soddisfatti per questa apertura sull’anticipazione che auspichiamo sia senza vincoli di età". 

Il bollettino del 24 novembre: tutti i dati sul Covid in Italia

Prenotazione vaccino Covid: come fare la terza dose regione per regione

Super Green pass, cosa prevede. Stop bar e ristoranti ai non vaccinati

Ecco il testo in pdf.

Zona gialla in Italia: Friuli-Venezia Giulia sicuro. Le Regioni a rischio e da quando

Alto Adige anticipa la zona gialla: discoteche chiuse, coprifuoco nei Comuni rossi

Il ministro

"La dose di richiamo è cruciale per proteggere meglio noi e chi ci sta accanto", ha sottolineato il ministro della Salute, spiegando che "dopo l'ultimo parere di Aifa, sarà possibile farla a 5 mesi dal completamento del primo ciclo". Un anticipo di un mese, quindi, rispetto a quanto previsto finora, condiviso dalle Regioni. 

La quarta ondata che sta colpendo tutta l'Europa, infatti, preoccupa e la curva epidemica è in risalita anche in Italia. Dati alla mano, il ministro, sul suo profilo Facebook, ha ribadito l'importanza di sottoporsi alla somministrazione: "Vacciniamoci tutti per essere più forti". Durante la giornata, invece, Speranza ha fatto il punto sulla campagna di immunizzazione, sottolineando che "oggi superiamo l'87% di italiani oltre i 12 anni che hanno fatto la prima dose. Un dato molto molto rilevante, che deve però essere considerato non un punto d'arrivo, ma ancora una tappa".

Vista la situazione, infatti, "ogni vaccinato in più significa avere uno scudo più forte e poter affrontare meglio le prossime settimane". Soprattutto in vista delle festività natalizie, il ministro ha voluto ricordare che "questa fase di gestione del Covid è ancora densa di sfide e di insidie".

La circolare

"L'intervallo minimo previsto per la somministrazione della dose booster (di richiamo) con vaccino a m-RNA, alle categorie per le quali è già raccomandata (inclusi tutti i soggetti vaccinati con una unica dose di vaccino Janssen) e nei dosaggi autorizzati per la stessa (...) è aggiornato a cinque mesi (150 giorni) dal completamento del ciclo primario di vaccinazione, indipendentemente dal vaccino precedentemente utilizzato".