Roma, 16 dicembre 2021. Con le prime regioni finite in giallo (e altre in arrivo) e le feste di Natale che si avvicinano, potrebbe cambiare il modo di spostarsi in Italia. I contagi da Covid (qui il bollettino di oggi 18 dicembre) sono in costante aumento e non è detto che qualche regione non possa fare un doppio salto di fascia. Cerchiamo di capire cosa potrebbe succedere, soprattutto per quanto riguarda gli spostamenti

Zona arancione in Italia: prime regioni a rischio dal 3 gennaio. Ecco chi può cambiare

Zona gialla in Italia: le regioni che cambiano colore. Cosa può succedere dopo Natale

Zona gialla, regole: cosa cambia lunedì dal Veneto alla Liguria

Sommario

Coronavirus, il bollettino del 21 dicembre

Regioni bianche

La libertà di spostamento all’interno delle regioni in fascia di minimo rischio è totale. Non c’è differenza tra vaccinati e non vaccinati. Chiunque può andare dove vuole.

Regioni gialle

Anche in questo caso la libertà di spostamento non viene intaccata. Non c’è differenza tra chi è in possesso di Green pass, Super Green Pass o chi è sprovvisto di certificato verde.

Regioni arancioni

Se qualche regione dovesse entrare nella fascia a rischio medio (potrebbe essere entro la fine dell’anno il caso del Friuli-Venezia Giulia), allora cambierebbe tutto. In zona arancione le restrizioni valgono solo per chi non è provvisto di Super Green Pass. Chi non si è vaccinato o non è guarito dal Covid non potrà quindi spostarsi dal proprio comune di residenza, salvo motivate esigenze. Chi ha il certificato verde ‘premium’ potrà invece continuare a viaggiare per motivi di piacere anche in altre regioni.

Regioni rosse

Il governo non ha ancora preso in considerazione l'argomento. Al momento restano in vigore le vecchie regole, per cui non ci si può spostare dal proprio comune di residenza. Il governo sta valutando se dare la possibilità a chi ha il Super Green Pass di potersi muovere liberamente.

Bambini

Per gli under 12 non esiste l’obbligo di avere il Green pass per spostarsi (o per accedere ad altri servizi). Per questo motivo si potranno sempre spostare liberamente anche se non vaccinati o guariti dal Covid.