Venerdì 19 Luglio 2024

San Valentino, oggi più che mai attenzione alle truffe. Come funziona la 'love scam'

La Polizia Postale: boom di denunce, +39% nei primi sette mesi del 2022

Roma, 14 febbraio 2023 - Non si può stare tranquilli neppure a San Valentino. Perché i truffatori non conoscono pietà e non si inchinano alla legge dell'amore. Anzi, la sfruttano per raggirare le inconsapevoli vittime. L'allarme arriva dalla Polizia di Stato che mette sotto i riflettori le "truffe romantiche". Un giro d'affari da circa 4 milioni e mezzo di euro nel solo 2021. Il fenomeno, non solo italiano, viene conosciuto come 'love scam' è ha registrato un +118% di casi rispetto al 2020. Le denunce nei primi sette mesi del 2022 sono aumentate del 39% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

San Valentino
San Valentino

Nel 2022 le segnalazioni giunte al commissariato online sono state 536. L'identikit della vittima 'tipo' è stato tracciato dalla Polizia postale: si tratta soprattutto di donne single sui 50 anni, di estrazione sociale eterogenea e in molti casi con alle spalle una relazione sentimentale finita male. Dai dati della Polizia postale pare che gli uomini siano meno colpiti dalla 'love scam'. Anche se non sono esenti: a ingannarli sono spesso malfattori che si fingono donne straniere, presentandosi come modelle e ricche ereditiere. Chi truffa studia i comportamenti delle proprie vittime, le abitudini e gli interessi. Indaga sui social, guarda i contenuti condivisi, i 'like'. E quindi colpisce. 

Di solito il contatto avviene visa social, il malvivente cerca in un primo momento di instaurare un rapporto di confidenza e amicizia. Spesso utilizza come esca immagini di uomini avvenenti che si spacciano per imprenditori o militari in servizio in Paesi di guerra, single, vedovi o separati. Avviata l'amicizia' virtuale, i truffatori cominciano a chiedere denaro, per presunti gravi motivi di salute o per poter raggiungere la vittima.

Il legame instaurato induce la vittima di turno a credere che il suo interlocutore provi un sincero sentimento nei suoi confronti, che si trovi veramente in difficoltà, e ad assecondare le richieste, inviando denaro: si tratta di somme ingenti che, a seconda della capacità economica della vittima, possono arrivare a centinaia di migliaia di euro.

Come segnalare (ed evitare) le truffe

Tramite il sito www.commissariatodips.it qualsiasi cittadino può inviare segnalazioni riguardanti i fenomeni riconducibili alle truffe romantiche. La Polizia postale in ogni caso consiglia di "controllare su un comune motore di ricerca il nome e le immagini del profilo delle persone che ci richiedono questo tipo di attenzioni, verificando che non vi siano gia' segnalazioni da parte di altri utenti"; "diffidare di coloro che inviano messaggi utilizzando un italiano spesso sgrammaticato"; "non fidarsi di chi chiede denaro con insistenza"; "denunciare cio' che sta accadendo, astenendosi dal pagare qualsiasi somma di denaro". Si raccomanda, inoltre, di "essere estremamente cauti con le persone che non si conoscono fisicamente chiedendo, eventualmente, un parere ad una persona di fiducia su quanto sta accadendo e ci vede coinvolti direttamente".

Tra documentario e realtà

Lo scorso anno una serie-documentario 'Il truffatore di Tinder' ha raggiunto un successo oltre le aspettativo. È la storia di un uomo israeliano che avrebbe assunto la falsa identità del figlio di un magnate dei diamanti per corteggiare diverse donne. Una volta irretite ,avrebbe chiesto alle sue vittime prestiti sempre più ingenti. Si parla di decine, se non di centinaia di migliaia di dollari. Il truffatore metteva in atto una sorta di schema piramidale in cui, mentre truffava una, riusciva a mantenere un certo tenore di vita con l'altra, così da rendere credibile la sua storia. Una vicenda forse tremendamente banale da raccontare, ma drammaticamente vera. Oggi più che mai, attenzione alle truffe.