Martedì 23 Aprile 2024

Ragazzina di 12 anni s’infortuna a football, quattro giorni dopo trovata morta nel letto

La vittima era la figlia di un militare americano in servizio alla base Usaf vicino Pordenone. Solo l’autopsia dirà se c’è un collegamento tra l’infortunio e la morte

Base Usaf di Aviano

Base Usaf di Aviano

Prata di Pordenone, 5 marzo 2024 - Solo l'autopsia potrà svelare le cause del decesso di una ragazzina americana di 12 anni, trovata morta nel suo letto dal papà e dalla sua compagna, militari in servizio alla Base Usaf di Aviano (Pordenone). Unico indizio, ma è da verificare un legame tra le due cose, l'infortunio di 4 giorni prima durante un allenamento di football americano. Il ginocchio della ragazzina ne era uscito malconcio, ma pur sempre solo un trauma ad un arto.

Venerdì scorso la ragazzina, dopo uno scontro fortuito, era stata visitata dallo staff che l'aveva bendata e rimandata a casa dolorante, ma nulla poteva far presagire la tragedia. Il ginocchio però nelle 48 ore seguenti non era migliorato così il padre l'ha portata al Pronto Soccorso pediatrico dell'ospedale di Pordenone.

I medici l'hanno visitata accuratamente con radiografie ed ecografie al ginocchio, ma non veniva evidenziata nessuna complicazione. Così dopo qualche ora la giovane statunitense è stata dimessa con la sola prescrizione di un antidolorifico e di riposo.

Stamane la compagna del padre, poco le 9.30, è andata a vedere come stava la giovane, visto che per l'infortunio era rimasta a casa da scuola, poi lo choc: non rispondeva, non dava segni di vita. Subito una telefonata al 118, e mentre l'equipe sanitaria raggiungeva la base (In 11 minuti, ndr) il papà e la compagna tentavano un disperato massaggio cardiaco istruiti per telefono dalla centrale operativa Sores Fvg. Tutto inutile.

Dalle prime analisi il medico legale ha accertato che il decesso era avvenuto già da alcune ore, durante la notte. La causa della morte ipotizzata è una trombosi venosa profonda, che potrebbe aver generato un'embolia polmonare, ma solo l'autopsia potrà dire se il decesso è collegato con il trauma sportivo.

La Procura della Repubblica di Pordenone è in attesa dei responsi della medicina legale e del verbale dei carabinieri, e nell'indagine dovrà essere coinvolta anche la polizia giudiziaria Usa perché l'allenamento di football in cui la ragazza si fece male era all'interno della Base Usaf, giurisdizione americana.