Roma, 15 marzo 2021 - Non c'è un vaccino da perdere: la linea Figliuolo dalle parole ai fatti. "Basta sprecare dosi", ha sottolineato ieri sera il commissario straordinario all'Ememergenza Covid a 'Che tempo che fa'. Pur di non gettare il siero "chiunque passa va vaccinato", il pensiero del generale. Ed ecco che stamattina giunge notizia che a breve verrà fornita un'indicazione da parte della struttura Commissariale per l'Emergenza Covid che chiarisca come "evitare il rischio dello spreco di dosi".

La realizzazione pratica dovrebbe tradursi in liste di riserva da chiedere alle Regioni, con nomi di cittadini da attivare in caso chi abbia diritto al siero rinunci alla somministrazione. Nell'eventualità, secondo le ipotesi e in attesa di consultare documenti ufficiali, si dovrebbe procedere a contattare "all'ultimo minuto" chi era in lista nei giorni successivi e ha diritto al farmaco. Il sistema - a quanto si apprende - sarà comunque valutato caso per caso in ogni regione. E contribuirà a velocizzare la vaccinazione, avvicinando l'obiettivo fissato da Figliuolo, ovvero quello di raggiungere l'80% della popolazione coperta dal siero entro settembre. 

L'ordinanza di Figliuolo in Pdf

Astrazeneca: Nas sequestrano in Italia, "in via cautelativa", lotto bloccato in Piemonte

Le categorie prioritarie

Sul portale del ministero della Salute, si legge che nella Fase 2 della vaccinazione si è partiti con gli over 80. Si procede poi con le "persone estremamente vulnerabili, intese come affette da patologie o disabilità che comportano un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di Covid". Quindi si va avanti con la fascia dai 70 ai 79 anni (oggi in Lazio si è partiti con i 72-73enni) e con chi ha "almeno una comorbidità cronica".

Si passa poi ai cittadini tra i 18 e i 55 anni, con priorità a insegnanti e personale scolastico,  forze armate e di polizia, il personale e i detenuti delle carceri, i luoghi di comunità e gli altri servizi essenziali. 

Le altre notizie sui vaccini

Astrazeneca sospeso anche in Olanda, Germania e Francia

Sputnik, Cavaleri (Ema): probabile ok a maggio

L'Ema: "Pfizer, Moderna e J&J efficaci contro varianti"

Astrazeneca, lotto sospeso in Piemonte e Marche