Vaccini Covid, lo studio dell'Ema sulle varianti (ImagoE)
Vaccini Covid, lo studio dell'Ema sulle varianti (ImagoE)

Bruxelles, 15 marzo 2021 - Nell'attuale caos dei vaccini anti Covid in Europa - a causa dei sospetti sul siero Astrazeneca, sospeso in 14 Paesi (compresa l'Italia) - arriva una notizia abbastanza positiva dallo studio dell'Ema sull'effetto dei vaccini basati sull'Rna messaggero (Moderna e Pfizer-Biontech) per arginare il pericolo della varianti del Coronavirus.

Covid, il bollettino con i dati sui contagi del 15 marzo

Dai primi studi fatti, spiega Marco Cavaleri, responsabile della strategia vaccini dell'Ema, i preparati di Moderna e Pfizer-Biontech hanno "un'ottima efficacia contro le nuove varianti del Covid". Allo stesso modo, anche "il vaccino Johnson&Johnson, di recente approvato dall'Ema" è risultato efficace. 

Vaccino Sputnik, Cavaleri (Ema): probabile ok a maggio

Brutte notizie invece per AstraZeneca: in audizione alla commissione Sanità del Parlamento europeo, Cavaleri ha specificato: "Secondo un piccolo studio su duemila casi, il vaccino AstraZeneca è risultato invece non efficace" contro la variante sudafricana. Ma sarà necessario attendere "studi più ampi" per verificarne la reale efficacia.