Giovedì 13 Giugno 2024

Neonata trovata morta in uno zaino tra gli scogli di Villa San Giovanni, aveva ancora il cordone ombelicale

La piccola era avvolta in sacchetto di plastica, abbandonata sulla scogliera, non lontano dagli imbarchi per Messina

Villa San Giovanni, le forze dell'ordine sugli scogli dove è stata trovato lo zaino con la neonata morta (Ansa)

Villa San Giovanni, le forze dell'ordine sugli scogli dove è stata trovato lo zaino con la neonata morta (Ansa)

Reggio Calabria, 26 maggio 2024 – Il cadavere di una neonata di pochi giorni è stato trovato questa mattina tra gli scogli di Villa San Giovanni, in provincia di Reggio Calabria, non lontano dal porto dove ci si imbarca per Messina. Il corpicino della bimba, nera di pelle, era dentro un sacco di plastica, all’interno di uno zaino. Aveva ancora il cordone ombelicale, segno che era stata partorita da poco. 

La polizia indaga per ricostruire cosa sia successo alla piccola.  Un’ipotesi è che la neonata sia morta durante il parto e sia nata morta e poi abbandonata. Ma non è l’unica. Il sacchetto potrebbe far pensare anche a una morte per soffocamento. In questo caso si aprirebbe un’inchiesta per omicidio e occultamento di cadavere. Con tutta probabilità il pubblico ministero disporrà l’autopsia che chiarirà le cause del decesso.

Nel frattempo la mobile sta passando al vaglio le telecamere di videosorveglianza della zona che potrebbero aver ripreso qualcuno con lo zaino e fornire informazioni sull’accaduto.  

Approfondisci:

Neonato morto sugli scogli, fermata la nonna per infanticidio. Il piccolo era nato vivo

Neonato morto sugli scogli, fermata la nonna per infanticidio. Il piccolo era nato vivo