Domenica 14 Aprile 2024

Migranti soccorsi dalla Ocean Viking: “Almeno 60 morti durante il viaggio”

Il racconto dei sopravvissuti all’equipaggio della Ong: “Motore rotto dopo 3 giorni, barca alla deriva senza acqua e cibo”

I soccorsi della Ocean Viking al gommone di migranti (Foto da X)

I soccorsi della Ocean Viking al gommone di migranti (Foto da X)

Roma, 14 marzo 2024 - Sarebbero almeno 60 i migranti morti su un gommone partito dalla Libia e diretto in Italia. È quanto hanno raccontato i 25 sopravvissuti all'equipaggio della Ocean Viking, la nave di Sos Mediterranee, che ieri li ha soccorsi nel Mediterraneo centrale. "I sopravvissuti sono partiti da Zawiya, in Libia, 7 giorni prima di essere salvati - scrive la Ong in un tweet - Il motore si è rotto dopo 3 giorni, lasciando la barca alla deriva senza acqua e cibo. I sopravvissuti dicono che almeno 60 persone sono morte durante il viaggio, tra cui donne e almeno un bambino”. 

Due dei 25 sopravvissuti soccorsi dalla Ocean Viking sono stati evacuati dalla Guardia Costiera italiana nel corso della notte e trasportati in ospedale in Sicilia: i due, secondo quanto afferma Sos Mediterranee, sono svenuti a bordo della nave e il personale medico a bordo non è riuscito a rianimarli. È così scattata la procedura di evacuazione medica da parte della Guardia Costiera.

Oltre 300 in 12 ore a Lampedusa

A Lampedusa in 24 ore sono sbarcati oltre 300 migranti. Un primo gruppo, composto da 45 tunisini e siriani, è stato agganciato mentre navigava su un barcone di 8 metri. A bordo pure quattro donne e sei minori. Ai soccorritori hanno dichiarato di essere partiti da Chebba, in Tunisia. Il secondo, con altre 45 persone di nazionalità bengalese, pakistana, eritrea e sudanese, è partito invece da Zuara, in Libia. Stesso punto di partenza dal quale hanno iniziato il viaggio gli ultimi 127 arrivati, fra cui tre donne e due minori. Sarebbero, secondo quanto dichiarato, sudanesi, marocchini, bengalesi, pakistani, siriani, egiziani e indiani. Tutti sono stati portati all'hotspot di contrada Imbriacola dove gli ospiti sono adesso 324.