Roma, 27 agosto 2021 - Covid: continua ad abbassarsi l'Indice Rt Italia ed è una buona notizia. La prima anticipazione del consueto monitoraggio del venerdì redatto dall'istituto superiore di sanità (Iss) registra infatti un Rt Italia a 1.01, quindi in calo rispetto alla scorsa settimana quando era stato di 1.11. Oggi è anche il giorno del cambio di colore delle regioni: sarà ufficializzato il passaggio della Sicilia in zona gialla da lunedì 30 agosto: sarà l'unica regione a cambiare colore

Green pass, Cts: ok a proroga a 12 mesi

Il nuovo ribasso dell'Rt conferma una positiva tendenza in atto già da alcune settimane: tra l'altro si è sempre detti che è importante che l'Rt sia sotto 1, quindi ormai ci avviciniamo alla soglia che garantisce maggior sicurezza.

Il bollettino con i contagi Covid del 27 agosto

Zona gialla: regole e divieti

Sommario

L'incidenza

Si registra invece un lieve aumento per quanto riguarda l'incidenza nazionale con 77 casi ogni 100 mila abitanti per il periodo 20-26 agosto, rispetto ai 74 casi di 7 giorni prima. Il valori sono all'esame oggi della Cabina di regia che appunto oggi prenderà le decisioni sui nuovi colori dell'Italia.

Rt ospedaliero

"Si osserva una lieve diminuzione anche dell'indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero", viene segnalato nel monitoraggio. L'Rt ospedaliero, secondo quanto riporta la bozza, scende a 1,04 (dato al 17 agosto) da 1,08 (dato al 10 agosto).

Il rischio delle regioni

Sono 10 Regioni e le province autonome che risultano classificate a rischio moderato, secondo quanto si apprende, nel monitoraggio settimanale Iss-Ministero della Salute e la Sicilia, che dovrebbe diventare gialla da lunedì, è classificata a rischio moderato ma con "un'alta progressione di escalation nei prossimo 30 giorni". Le restanti 11 Regioni risultano classificate a rischio basso. Oltre la Sicilia che ha superato le soglie per i ricoveri (19.4%) e le intensive (12.1%), il rischio moderato riguarda Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Liguria, Piemonte, Trento, Puglia, e Valle d'Aosta.

Pregliasco: non siamo fuori dal tunnel

"Sono dati discreti, l'Rt a 1.01 è buono ed è in continuo miglioramento, c'è un rialzo leggero, direi quasi stabile, dell'incidenza da 74 al 77 come dato medio. Però è un dato medio che vede una disomogeneità tra regioni con 10 regioni, molte delle quali sono quelle a vocazione turistica, che sono messe un po' maluccio, al di là della Sicilia che ormai appare out of order e destinata a passare in giallo", dice il virologo Fabrizio Pregliasco, docente dell'Università Statale di Milano.  "Sono dati comunque bassi - sottolinea Pregliasco - ma credo che questo segnale del cambio di colore per la Sicilia purtroppo, anche in termini generali, rilancia quella che è la situazione: non siamo usciti dal tunnel, bisogna continuare a vivere ma in un modo sempre attento e quindi questo cambiamento ha anche un valore simbolico che richiama all'attenzione".