Roma, 15 dicembre 2020 - L'ultimo bollettino sul Coronavirus in Italia, con i dati di oggi di Regioni e Ministero della Salute, registra un lieve incremento della curva epidemica. Cala il rapporto positivi/tamponi, ma resta ancora alto il numero dei decessi. Intanto, è ancora incertezza sulle misure che verrranno prese dal governo (su spostamenti, bar, ristoranti e negozi) in vista del Natale, anche se il giro di vite è ormai certo. E cresce l'attesa per un eventuale nuovo Dpcm. Ed è sempre corsa al vaccino, per cui il ministro della Salute, Roberto Speranza, invita ad accorciare i tempi: "L'Ema acceleri sull'approvazione". L'Agenzia sarà in riunione straordinaria il 21 dicembre. 

VIDEO Londra richiude, Olanda in lockdown per un mese

Il bollettino di oggi

Lieve aumento dei casi nuovi contagi in Italia, secondo quanto emerge dal bollettino quotidiano del ministero della Salute. Nelle ultime 24 ore sono stati 14.844, rispetto ai 12.030 di ieri, a fronte di quasi 60mila tamponi in più: 162.880 rispetto ai 103.584 di ieri. Scende il rapporto positivi/tamponi al 9,11% (ieri era 11,6). Boom di decessi nelle 24 ore: 846 (ieri 491), che porta il totale a 65.857, "un dato veramente ancora drammatico", ha commentato il direttore generale della prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza. Prosegue il calo delle terapie intensive, altre 92 in meno (ieri -63), che scendono a 3.003 complessive, mentre tornano a scendere i ricoveri ordinari, -423 (ieri +30), 27.342 in tutto. I dimessi o guariti sono aumentati di 21.799, raggiungendo 1.137.416. Gli attualmente positivi in Italia sono 667.303 (-7.806). I casi totali hanno raggiunto quota 1.870.576. "Continua a preoccupare anche l'elevato numero dei nuovi ingressi in terapia intensiva (+199)", ha proseguito Rezza.

Dpcm e Natale, Cts: "Inasprire le misure e aumentare i controlli"

Riguardo le Regioni, "balza agli occhi che la Lombardia va meglio, il Veneto invece purtroppo sta ancora sopra i 3000 positivi, con un'alta percentuale nel rapporto con i tamponi, il 18% - ha aggiunto Rezza -. La Campania mostra invece un netto miglioramento rispetto a un mese fa. Evidentemente laddove avevamo incidenze molto elevate e sono state prese misure di zona rossa e poi arancione evidentemente hanno funzionato". Solo 20 nuovi casi in Valle D'Aosta. Dal punto di vista dell'ospedalizzazione, la Lombardia è la regione con più ricoverati (quasi 5mila), seguita da Piemonte e Lazio. Lombardia, Veneto e Lazio sono invece le regioni con il maggior numero di pazienti in terapia intensiva (solo 6 in Valle D'Aosta). 

Le regioni / Veneto

Nelle ultime 24 ore in Veneto sono stati trovati 3.320 nuovi positivi al Coronavirus, con oltre 52.000 tamponi effettuati e un'incidenza di positivi per tamponi che è quindi del 6,3%. I morti sono 165, anche se nel conto sono inseriti anche alcuni decessi del giorno precedente. I soggetti attualmente positivi sono al momento 92.690, i pazienti ricoverati sono 3.324 (+57) di cui 373 in terapia intensiva (numero invariato). Questi i dati diffusi oggi in conferenza stampa dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, che ha sottolineato: "La situazione in Veneto è assolutamente pesante perche' abbiamo 3.324 ricoverati" negli ospedali "e sono pazienti complicatissimi". Il governatore ha ammesso: "In Veneto abbiamo oggi più morti rispetto a marzo", spiegando che "nonostante tutti i dispositivi e protocolli, con le case di riposo blindate e con test a tappeto per ospiti e operatori la situazione nelle case di riposo è peggiorata con un aumento della mortalità".

Lombardia

Oggi in Lombardia i nuovi contagi Covid-19 sono 2.404 con 27.676 tamponi processati. In aumento i decessi, oggi 114, contro i 67 di ieri, per un totale di 23.991 da inizio pandemia. In flessione anche oggi i ricoveri: -30 in terapia intensiva (656 nel complesso), -27 negli altri reparti (per un totale di 4.996 posti letto occupati).

Emilia Romagna

Continuano a diminuire i malati e i ricoverati per Covid in Emilia-Romagna, che oggi fa registrare anche un calo di nuovi contagiati. Ma sono 74 i decessi giornalieri. Si segnalano 1.238 casi in più rispetto a ieri, su un totale di 15.770 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, a cui si aggiungono 1.639 test sierologici e 3.668 tamponi rapidi. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti si dimezza rispetto a ieri, scendendo al 7,8%.  L'età media dei nuovi positivi di oggi è 45,2 anni.

Lazio

Nel Lazio diminuisce il numero dei nuovi positivi. "Oggi, su oltre 15mila tamponi, si registrano 1.159 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 1.315, su oltre 13mila tamponi eseguiti. Nelle ultime 24 ore si registra tuttavia un significativo incremento dei decessi: sono 83, a fronte dei 38 di ieri. I guariti oggi sono 2.704.

Puglia

In Puglia oggi sono stati registrati 1.023 casi positivi su 10.163 test: 367 in provincia di Bari, 122 in provincia di Brindisi, 104 nella provincia BAT, 145 in provincia di Foggia, 146 in provincia di Lecce, 129 in provincia di Taranto, 8 residenti fuori regione, 2 casi di provincia di residenza non nota. Sono stati registrati 54 decessi: 9 in provincia di Bari, 15 in provincia BAT, 2 in provincia di Brindisi, 19 in provincia di Foggia, 5 in provincia di Lecce, 4 in provincia di Taranto.

Sicilia

Sono 31 i nuovi decessi da Coronavirus in Sicilia. I nuovi contagi sono 1.087. Il totale degli attuali positivi è 35.969. I guariti/dimessi sono stati oggi 928. I tamponi sono stati 9.086. In tutto le terapie intensive sono 185.

Friuli Venezia Giulia

Oggi in Friuli Venezia Giulia sono stati rilevati 829 nuovi contagi, il 7,86% dei 10.551 tamponi eseguiti, e 26 decessi da Covid-19, ai quali si aggiungono 16 decessi avvenuti a domicilio fra il 19 ottobre e il 9 dicembre e altri 10 nel periodo tra l'11 e il 13 dicembre. Scendono a 56 (ieri erano 58) i pazienti in cura in terapia intensiva e diminuiscono anche i ricoverati in altri reparti, che oggi risultano essere 654 (ieri 660). Le persone risultate positive al virus in regione dall'inizio della pandemia ammontano in tutto a 41.320. I decessi complessivamente ammontano a 1.299. I totalmente guariti sono 25.497, i clinicamente guariti 585 e le persone in isolamento 13.229.

Campania

Leggero rialzo, in Campania, della percentuale tamponi esaminati - persone positive al Covid. Nelle ultime 24 ore sono 647 i positivi - 68 sintomatici - su 8.441. La percentuale è pari 7.66%, negli ultimi giorni si era attestata sullo 7.03%. Cinquanta i decessi - 22 deceduti nelle ultime 48 ore e 28 deceduti in precedenza ma registrati ieri; - mentre in netto aumento i guariti, 3.025.

Trentino

Altri 14 decessi per Coronavirus in Trentino nelle ultime 24 ore. Un dato uguale a ieri che porta il totale dall'inizio della pandemia a 860. I nuovi positivi, rilevati con 1.722 tamponi molecolari, sono 377, secondo i dati forniti dalla Fondazione Bruno Kessler. I ricoverati in terapia intensiva restano 53, come ieri. I ricoverati nei reparti infettivi sono 355 (-11), quelli in alta intensità 57. Gli attualmente positivi sono 2.804.

Toscana

In Toscana sono 332 i nuovi positivi, con un'età media di 46 anni circa. I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.733.863, 8.572 in più rispetto a ieri, di cui il 3,9% positivo. Sono, invece, 2.765 i soggetti testati oggi (escludendo i tamponi di controllo), di cui il 12% è risultato positivo. A questi si aggiungono i 4.135 tamponi antigenici rapidi eseguiti oggi. Gli attualmente positivi sono oggi 16.264, -7% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.370 (33 in meno rispetto a ieri), di cui 214 in terapia intensiva (4 in più). Oggi si registrano 45 nuovi decessi: 25 uomini e 20 donne con un'età media di 82,3 anni.

Giani: "Lockdown? Non decide la Regione, mi adeguerò"

Sardegna

Sono saliti a 600 i morti in Sardegna dall'inizio dell'emergenza Covid. Oggi l'Unità di crisi regionale registra altre 12 vittime. I nuovi casi sono 231 e portano a 26.737 il numero complessivo da marzo. In totale sono stati eseguiti 426.556 tamponi, con un incremento di 3.604 test. Sono 570 i ricoverati in ospedale in reparti non intensivi (dieci in meno rispetto al dato di ieri), ai quali si aggiungono 58 (+1) in terapia intensiva.

Marche

Sono 228 i positivi rilevati nelle ultime 24 ore nelle Marche nel percorso nuove diagnosi. Secondo i dati del Servizio Sanità della Regione sono stati testati 3.356 tamponi: 1.854 nel percorso nuove diagnosi (di cui 685 nello screening con percorso Antigenico) e 1.502 nel percorso guariti. Dei 228 positivi 107 sono in provincia di Pesaro Urbino, 37 in quella di Ascoli Piceno, 31 in quella di Macerata, 22 in quella di Fermo, 21 in provincia di Ancona e 10 da fuori regione). Questi casi comprendono 31 soggetti sintomatici.

Alto Adige

In Alto Adige sono 200 i nuovi casi di Covid-19 emersi nelle ultime 24 ore. Giornata pesante per quanto concerne il numero dei decessi, 10, per un totale di 657 da inizio pandemia. L'azienda sanitaria provinciale scinde le nuove positività: 89 provengono dall'analisi di 1.079 tamponi Pcr e 111 dai 3.333 test antigenici eseguiti nella giornata di ieri. Per quanto concerne i ricoveri, i pazienti Covid che si trovano nei normali reparti degli ospedali sono 208 mentre quelli che necessitano delle cure della terapia intensiva sono 24. I pazienti infetti ricoverati nelle strutture private convenzionate sono 145.

Abruzzo

In Abruzzo rispetto a ieri si registrano 100 nuovi casi. I morti nell'ultima giornata sono 15.. Del totale odierno, un caso riguarda un decesso dei giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl. Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 14.467 (-415 rispetto a ieri). Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 467.336 test (+.1917 rispetto a ieri). Sono 601 i pazienti (-29 rispetto a ieri) ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 59 (-5 rispetto a ieri con 3 nuovi ricoveri) in terapia intensiva.