I casi attivi di Covid nelle regioni (grafico Fondazione Gimbe)
I casi attivi di Covid nelle regioni (grafico Fondazione Gimbe)

Roma, 26 novembre 2020 -  Dal bollettino di oggi del ministero della Salute con i dati sull'andamento dell'epidemia di Coronavirus in Italia (nuovi contagi, morti, ricoveri, terapie intensive e guariti) arriva una buona notizia: per la prima volta nella seconda ondata calano i ricoverati nelle terapie intensive: - 2 rispetto a ieri. Cala per il terzo giorno consecutivo anche il numero dei ricoverati con sintomi. Resta sempe alto il numero dei morti (822) mentre sale rispetto a ieri il rapporto positivi-tamponi processati e aumenta anche il numero dei nuovi positivi.

Bollettino Coronavirus: i contagi del 27 novembre

FOCUS / Lombardia, Toscana, Emilia Romagna: quando cambiano colore

Numeri importanti in queste ore in cui il governo è al lavoro (vertice Conte-capi delegazione e summit con Regioni e Comuni) per predisporre il nuovo Dpcm che dovrà sostituire quello che scadrà il 3 dicembre. Spostamenti, cenoni, coprifuoco i nodi da risolvere. Il commissario Arcuri: "La curva dei contagi si sta raffreddando, ma il virus è ancora tra noi e lungi da noi dal pensare che si possa abbassare la guardia".

Domani poi (venerdì) sarà il giorno in cui il ministro Speranza firmerà le nuove ordinanze che cambieranno eventualmente colore alle regioni (zona rossa, arancione e gialla). E sempre domani l'Istituto superiore di sanità renderà pubblico il report settimanale con i nuovi indici Rt regionali e nazionale. Domani dopo la cabina di regia si riunirà il Comitato tecnico scientifico. Resta l'incognita sulle vacanze sulla neve e sugli impianti sciistici: in Europa la Germania è pronta a un divieto fino al 10 gennaio.

I pediatri dicono: "Riaprire le scuole, per evitare crisi educative". 

Sul fronte economico, il ministro francese dell'economia, Bruno Le Maire, in conferenza stampa congiunta al Mef dopo l`incontro con il ministro Roberto Gualtieri ha auspicato una risposta unitaria Francia-Italia alla crisi scatenata dalla pandemia.

I dati Covid di oggi

Complessivamente dall'inizio dell’epidemia in Italia si è riscontrata la positività di 1.509.875 persone, + 29.003 (ieri + 25.853). Le persone attualmente positive sono 795.845, + 4.148 (ieri – 6.689), i dimessi/guariti sono 661.180, +24.031 (ieri + 31.819), i morti sono 52.850, + 822 (ieri + 722), i ricoverati con sintomi sono 34.038, - 275 (ieri - 264), in terapia intensiva ci sono 3.846 pazienti, - 2 (ieri +32). Sono stati processati 232.711 tamponi (ieri 230.007): di conseguenza il rapporto nuovi positivi-tamponi è oggi del 12,46% (ieri 11,2%). Per quanto riguarda le Regioni, Lombardia è quella con più contagi + 5.697, davanti a Veneto (3.980), Campania (3.008), Piemonte (2.751).

La tabella

I territori / Veneto

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, ha illustrato i dati di oggi del Veneto: "Sono in isolamento 44337 persone, 1200 persone ne sono uscite, i positivi sono 134.056, + 3.980 nelle ultime 24 ore. I ricoverati sono 2.579 + 50 nelle 24 ore, le terapie intensive sono 323 -1, i decessi sono 3501 +72, 6706 sono i dimessi +120 usciti ieri".

Emilia Romagna

In Emilia Romagna sono 2.157 i positivi al Covid scoperti nelle ultime 24 ore, attraverso 2.157 tamponi. Poco meno della metà (961) sono asintomatici, scoperti grazie alle attività di screening e contact tracing. Si contano altri 55 morti.

Lombardia

Sono 5.697 i nuovi positivi registrati oggi in Lombardia. Alto il numero delle vittime, 207, che porta il totale a 21.212 dall'inizio della pandemia. Alto anche il numero dei guariti (3.118).

Toscana

In Toscana sono 1.351 i positivi in più rispetto a ieri (779 identificati in corso di tracciamento e 572 da attività di screening) su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 99.327 unità. I nuovi casi sono l'1,4% in più rispetto al totale del giorno precedente. L'età media dei 1.351 casi odierni è di 48 anni circa (il 12% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 36% tra 40 e 59 anni, il 20% tra 60 e 79 anni, il 9% ha 80 anni o più). I nuovi decessi sono 72.

Lazio

Aumentano i nuovi positivi nel Lazio. "Oggi, su 26mila tamponi, si registrano 2.260 casi", rende noto l'assessore alla Sanità regionale, Alessio D'Amato. Ieri i nuovi positivi erano stati 2.102 su 29mila tamponi eseguiti. Cresce anche il numero dei morti: oggi sono 69 a fronte dei 58 di ieri. I guariti nelle ultime 24 ore sono invece stati 1.253.

Marche

Sono 519 i nuovi contagi rilevati nelle Marche. Nelle ultime 24 ore sono stati testati 2.905 tamponi: 2.115 nel percorso nuove diagnosi e 790 nel percorso guariti. Dei 519 casi odierni 148 sono stati registrati in provincia di Macerata dove i positivi da inizio emergenza salgono a 6.313, 110 ad Ancona (8.313), 102 in a Pesaro-Urbino (5.638), 60 a Fermo (3.244), 78 ad Ascoli Piceno (3.678) e 21 da fuori regione (887).

Campania

Sono 3.008 i nuovi casi emersi nelle ultime 24 ore in Campania dall'analisi di 23.761 tamponi. La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari a 12,6%. I morti sono 49 ma si specifica che si tratta di decessi avvenuti tra il 7 e il 25 novembre.

Puglia

Oggi in Puglia sono stati rilevati 1.436 nuovi casi di positività al Coronavirus su 9.612 test effettuati, e sono stati registrati 52 decessi. I nuovi casi positivi sono 619 in provincia di Bari, 117 in provincia di Brindisi, 200 nella provincia BAT, 163 in provincia di Foggia, 111 in provincia di Lecce, 220 in provincia di Taranto, 9 residenti fuori regione.

Le altre regioni

In Basilicata oggi altri 297 casi e 3 decessi. In Abruzzo 570 nuovi casi e 20 decessi (di cui 12 nei giorni scorsi ma comunicati solo oggi). In Val d'Aosta 44 casi e 5 decessi. In Sardegna 405 casi e 5 decessi. In Friuli Venezia Giulia 814 contagi e 26 morti. In Liguria 570 nuovi casi e 14 decessi.

Le altre notizie di oggi

Scostamento di bilancio: anche il centrodestra vota sì

Tampone per chi passerà il Natale all'estero