Domenica 26 Maggio 2024

Mission: media platform Le tre anime di Farmaè

Migration

È UN’AZIENDA LEADER IN ITALIA nel settore dell’e-retailing di prodotti per la salute e il benessere, ma non solo. Perché Farmaè negli ultimi anni ha registrato una crescita costante grazie a importanti fusioni e acquisizioni che le hanno permesso di ampliare l’offerta di prodotti, aggiungendo nuovi settori merceologici. Senza contare che, sfruttando l’analisi dei dati in suo possesso, Farmaè ha potuto diversificare il proprio business diventando una vera e propria media platform in grado di definire mirate strategie commerciali e di marketing per le aziende che, da fornitori, sono diventate clienti. "È dalla profonda conoscenza del dato che nasce il valore aggiunto della nostra azienda ancora oggi. Non è un caso se abbiamo il Tasso di Conversione online più alto del mercato", afferma soddisfatto Riccardo Iacometti, fondatore e amministratore delegato di Farmaè, Gruppo che comprende AmicaFarmacia, Beautyè, Sanort, FarmaEurope e la media company Valnan Srl.

"Nel 2014 ho deciso di lanciare una piattaforma di e-commerce di prodotti parafarmaceutici", racconta Iacometti: "L’idea era sfruttare i big data dell’online per studiare il comportamento dei consumatori e le loro esigenze, con l’obiettivo di offrire loro un’attenta selezione di prodotti. Si è rivelata un’idea vincente: abbiamo iniziato in tre, oggi il gruppo ha circa 210 dipendenti diretti e un altro centinaio di indotto". Un Gruppo, quello di Farmaè, che ha un’età media di circa 30 anni dove il 70% sono donne: "Abbiamo avuto la fortuna di coinvolgere molti giovani talenti: mi sono circondato di persone che ne sanno più di me ed è stata un’arma vincente", aggiunge Iacometti.

Dalla fondazione a Viareggio nel 2014, il Gruppo ha conosciuto una crescita costante, coronata tre anni fa dalla quotazione in borsa sul mercato Euronext Growth Milan di Borsa Italiana. "La quotazione in borsa ci ha permesso di consolidare il nostro percorso di crescita", commenta Iacometti: "Abbiamo aumentato gli investimenti in logistica e nuove tecnologie, ampliando il perimetro di business e l’offerta di prodotti". Una scelta che il mercato ha accolto con favore: "Il nostro modello di business è stato apprezzato da subito: dalla quotazione a oggi, infatti, il titolo è passato da 7,5 a quasi 12 euro. Un aumento di quasi il 60%".

Un ruolo fondamentale nella strategia di crescita del Gruppo l’hanno giocato anche le numerose acquisizioni: "Nel 2019 abbiamo lanciato un nuovo portale, Beautyè, dedicato a make up, skincare, fragranze e prodotti per i capelli. L’anno seguente abbiamo acquisito l’agenzia di comunicazione e marketing online Valnan, mentre nel maggio 2021 è stata la volta dell’incorporazione di Sanort, che ci ha permesso di entrare nel mercato degli articoli sanitari e ortopedici. Tra le ultime iniziative, abbiamo acquisito AmicaFarmacia nel 2021 e Farmaeurope nel 2022, per entrare successivamente anche nel mercato Pet".

Tra gli obiettivi di crescita del Gruppo, tuttavia, c’era anche quello di diventare una media platform puntando su attività volte a studiare i dati per comprendere al meglio il comportamento dei consumatori: "La data economy ha cambiato e fatto evolvere la relazione tra la marca e il consumatore e quelli che erano nostri fornitori sono diventati anche nostri clienti. Ne abbiamo circa 136, tra i quali compaiono i nomi dei principali marchi del settore beauty", spiega Iacometti. "Conoscere i dati oggi è indispensabile. Per questo, lo scorso anno abbiamo siglato una partnership con Vedrai, società specializzata nella progettazione e realizzazione di soluzioni basate sull’Intelligenza Artificiale".