Lunedì 20 Maggio 2024
VITTORIO BELLAGAMBA
Archivio

Buoni pasto e welfare aziendale digitali: EatsReady è stata acquisita da Coverflex

La startup italiana di buoni pasto completamente digitali fondata nel 2017

Il team

Il team

Milano, 7 Marzo 2023 – L'acquisizione integrale di EatsReady, la più innovativa soluzione di buoni pasto completamente digitali in Italia, è stata portata a termine dal Coverflex.

EatsReady

EatsReady è stata fondata nel 2017 dalle imprenditrici under 30 Olivia Burgio e Micaela Illy - successivamente finanziata da Gellify, Copernion e Timelock Ventures - e nel 2022 ha generato un fatturato di pareggio di 1,8 milioni di euro anche grazie al supporto del CEO Nicola Faedi e di tutto il team, che viene ora integrato nelle operazioni di Coverflex.

EatsReady ha all’attivo più di 50 aziende clienti, tra queste Treatwell, Klarna e Telepass, che hanno accesso a una rete esercenti e partner composta da oltre 2.000 ristoranti, catene del settore food, supermercati e servizi di delivery, come Esselunga, Poke House e Deliveroo. Il trasferimento della licenza di emissione di buoni pasto di EatsReady ha permesso a Coverflex di entrare a far parte dell'esclusivo gruppo di sole 10 aziende in Italia che possono operare in questo mercato. Nel corso del 2023, Coverflex migrerà tutti i clienti di EatsReady sulla propria piattaforma integrata di welfare.

I temini dell'acquisizione

"Questa acquisizione rappresenta un traguardo per il team e un punto di svolta importante nel nostro percorso", afferma Olivia Burgio, co-fondatrice di EatsReady e ora Head of M&A & Integrations di Coverflex. "Negli ultimi anni abbiamo costruito una solida piattaforma che costituisce oggi un punto di ingresso strategico per lo sviluppo di Coverflex nel mercato italiano. Come imprenditrice, riconosco il potenziale di collaborare con un team internazionale e in rapida crescita, combinando i punti di forza, le competenze e la conoscenza del mercato. Siamo entusiasti di questa opportunità reciproca e stiamo già lavorando per sfruttare le sinergie ed esplorare nuovi percorsi di crescita. Questa operazione è la prova che l'ecosistema italiano delle startup può attrarre l'interesse di attori internazionali per dare vita a nuove opportunità di mercato. Sono orgogliosa dei risultati raggiunti dal team di EatsReady e non vedo l'ora di condividere le iniziative future all'interno di Coverflex”. Michele Giordani, Chief of Strategy, Clients e Ecosystems di GELLIFY, che a seguito di questa operazione diventa azionista di Coverflex, insieme a Copernion e Timelock Ventures, afferma: "Si tratta di un progetto che si trova ad un giro di boa: il rapporto con le aziende sarà determinante per portare valore a tutti gli attori dell'ecosistema fino al cliente finale, a dimostrazione del fatto che le relazioni B2B nascondono un grande potenziale di innovazione ancora inespresso”.

Dopo aver raccolto 15 milioni di euro nell’ambito di un round di Serie A il mese scorso, Coverflex sta portando avanti il suo impegno verso l'espansione internazionale. Dal suo lancio nel 2021, questa è la quarta acquisizione firmata Coverflex e la prima in Italia. Chiara Bassi, alla guida di Coverflex in Italia, dice: “La conoscenza del settore, le solide relazioni commerciali e istituzionali create negli anni e la credibilità del brand EatsReady sono state fondamentali per un radicamento ‘gentile’ ma efficace di Coverflex nel mercato italiano”.

Italia e welfare aziendale: grandi potenzialità

La decisione di partire dall'Italia come primo passo nel percorso di internazionalizzazione di Coverflex è stata dettata dalle potenzialità del Paese stesso di essere un mercato fertile, che attualmente manca di flessibilità e digitalizzazione nella gestione del welfare aziendale. Molte aziende devono infatti rivolgersi a diversi intermediari per offrire benefit ai loro dipendenti, con conseguenti ostacoli e lunghi tempi di implementazione. Coverflex intende colmare questa lacuna e posizionarsi come soluzione self-service, innovativa e 100% digitale per la gestione di benefit, sconti e buoni pasto. Coverflex ha già stabilito una forte presenza in Portogallo, servendo oltre 70.000 dipendenti di più di 3.600 aziende. Il portafoglio clienti dell'azienda comprende marchi rinomati come Revolut, Santander, La Redoute, Metyis, PwC, Unbabel ed Emma - The Sleep Company. Ora punta a espandere la propria presenza sul mercato italiano, dove l'esperienza del pacchetto retributivo risulta essere non ottimale a causa della mancanza di flessibilità e di un approccio orientato all'azienda più che al dipendente.

A proposito di Coverflex

Coverflex è la soluzione all-in-one per la retribuzione flessibile, che consente alle aziende di ridurre i costi e aumentare il potenziale di guadagno dei propri dipendenti. Le imprese possono finalmente gestire welfare, buoni pasto e sconti esclusivi in un’unica piattaforma digitale. I dipendenti hanno invece la possibilità di massimizzare il loro guadagno, scegliendo come spendere i benefit in modo flessibile ed in base alle proprie preferenze, utilizzando la Coverflex Card e l’app. Coverflex è stata lanciata nel 2021 da Luís Rocha (CMO, ex-TUI Musement), Miguel Santo Amaro (CEO, ex-Uniplaces), Nuno Pinto (CBO, ex-Kide), Rui Carvalho (COO, ex-Unbabel) e Tiago Fernandes (CTO, ex-Bitmaker). Coverflex è registrata in Italia con il nome di EVINRUDE DUE SRL, con sede legale a Milano.