Venier, spot con mio volto fake, procedimento Antitrust su Meta

"Al vaglio la violazione delle norme a tutela del consumatore"

L'Antitrust ha avviato un'istruttoria sulla campagna pubblicitaria, diffusa via web, che aveva utilizzato l'immagine fake di Mara Venier, resa dinamica con l'intelligenza artificiale, per promuovere un prodotto finanziario che avrebbe garantito un ingente reddito fisso mensile. A renderlo noto è la stessa conduttrice di Domenica In. "È una vittoria del diritto il fatto - afferma Venier - che l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato abbia avviato, con ammirevole rapidità, una procedura istruttoria contro la campagna pubblicitaria, diffusa via web, a favore di un presunto progetto finanziario che si afferma essere capace di aiutare gli italiani "a guadagnare passivamente con il minimo sforzo. In tale campagna sono state illecitamente utilizzate, a mia totale insaputa, attraverso l'impiego della intelligenza artificiale, la immagine della mia sembianza fisionomica nonché la mia voce artefatta, per garantire la bontà del progetto stesso". "La denuncia da me inoltrata alla Autorità, attraverso il mio legale Giorgio Assumma, ha indotto tale Autorità a dare avvio ad un procedimento legale - conclude la conduttrice - per accertare se le società straniere Meta Platforms Inc. e Meta Platforms Ireland Limited, sulla cui piattaforma è stata diffusa la campagna pubblicitaria, hanno violato le norme sulla tutela del consumatore".