Treni in ritardo, disagi sui treni AV

Ieri sera un urto tra treni nei pressi di Faenza ha causato forti ritardi sui treni Alta Velocità, con passeggeri che lamentano mancanza di informazioni, carenza di generi alimentari e acqua potabile. Ritardi superiori a 160 minuti.

Urto tra treni: disagi a bordo su treni AV in forte ritardo

Urto tra treni: disagi a bordo su treni AV in forte ritardo

I viaggiatori a bordo dei treni Alta Velocità sono in forte disagio a causa dell'urto tra treni avvenuto ieri sera nei pressi di Faenza. I passeggeri del Freccia Rossa 8823, partito da Milano Centrale alle 17:50 con destinazione Pescara, dove sarebbe dovuto arrivare alle 23:05, hanno lamentato la mancanza di informazioni a bordo, la carenza di generi alimentari e acqua potabile e l'incertezza di raggiungere la destinazione. Attualmente il treno è ripartito da Rimini, ma non è certo che il viaggio possa proseguire oltre Ancona. Inoltre, una bambina a bordo avrebbe avuto un lieve malore ed è stata soccorsa da alcuni medici presenti sul convoglio. I treni Alta Velocità che registrano i maggiori ritardi, oltre al già citato, sono: il Freccia Rossa 8830 da Bari Centrale (16:30) a Milano Centrale (23:55); il Freccia Rossa 9810 da Pescara (17:54) a Milano Centrale (22:30); il Freccia Rossa 8825 da Milano Centrale (18:50) a Ancona (22:42); il Freccia Rossa 8829 da Milano Centrale (20:05) a Ancona (23:38). I convogli sono stati instradati sul percorso alternativo da Faenza a Rimini via Ravenna e hanno tutti ritardi superiori a 160 minuti.