Lunedì 15 Aprile 2024

Tre speleologi bloccati in una grotta sul mare, salvati

Nel Salernitano. Intervengono Guardia costiera e Soccorso alpino

Tre speleologi bloccati in una grotta sul mare, salvati

Tre speleologi bloccati in una grotta sul mare, salvati

Tre speleologi sono stati salvati all'interno della Grotta delle Canne in località Minori (Salerno), dove erano rimasti intrappolati. Complessa l'attività di soccorso portata a termine nella serata dagli uomini della Guardia costiera di Salerno e da personale del Corpo nazionale soccorso alpino. I tre speleologi, associati al Gruppo speleologico Natura Esplora di Avellino, erano entrati nella cavità marina denominata Grotta delle Canne nella serata di ieri per attività di speleologia e di studio con l'intenzione di passarvi tutta la notte e uscire stamani. Non avendo però avuto alcuna notizia dei tre dalle 11, la loro associazione ha avvisato la centrale operativa della Guardia costiera di Salerno. Immediatamente è stato disposto l'intervento di una motovedetta di soccorso e, via terra, di personale del Corpo nazionale soccorso alpino. Dopo le prime ricerche infruttuose, i soccorritori sono riusciti ad entrare in contatto con i tre speleologi, che hanno rassicurato sul loro stato di salute facendo però presente di non poter uscire dalla grotta con la loro imbarcazione a causa delle condizioni del mare. Nel pomeriggio, con il mare in leggera diminuzione, la Guardia costiera ha deciso e coordinato il recupero: i tre speleologi sono stati estratti dalla grotta uno alla volta con l'utilizzo di cime e salvagenti anulari e portati in sicurezza sulla motovedetta, che li ha trasportati a Maiori dove gli spelologi sono sbarcati e sono stati visitati. Sono tutti in buone condizioni di salute.