Taxi, fino al 20% di licenze in più con i bandi straordinari

Bozza decreto, autorizzazioni temporanee per grandi eventi

Taxi, fino al 20% di licenze in più con i bandi straordinari
Taxi, fino al 20% di licenze in più con i bandi straordinari

Un incremento in misura non superiore al 20% delle licenze taxi già rilasciate. E' quanto prevede la bozza del decreto omnibus Asset e investimenti atteso lunedì al cdm, che autorizza i Comuni capoluogo di Regione, le città metropolitane e i Comuni sede di aeroporto internazionale, a procedere tramite un concorso straordinario per il rilascio, a titolo oneroso, di nuove licenze. Il concorso straordinario prevede, obbligatoriamente, l'uso di veicoli non inquinanti. Il concorso è aperto a chi è già titolare di licenza, ha svolto il ruolo di sostituto alla guida e ad altri soggetti in possesso dei requisiti di legge. Per l'acquisto di auto non inquinanti per il servizio taxi arrivano inoltre incentivi doppi rispetto a quelli previsti nel 2022. Previste anche licenze taxi temporanee per fronteggiare uno straordinario incremento della domanda legato a grandi eventi o ai flussi turistici. Prorogabili sino a un massimo di 24 mesi saranno rilasciate dai Comuni in via sperimentale, a titolo gratuito o a titolo oneroso, esclusivamente in favore dei soggetti già titolari di licenze, che possono quindi affidarle a terzi, anche a titolo oneroso o gestirle in proprio.