Sequestrata e picchiata in un tugurio, Polizia la libera

A Verona, allarme lanciato dalla sorella della vittima

Sequestrata e picchiata in un tugurio, Polizia la libera

Sequestrata e picchiata in un tugurio, Polizia la libera

Una giovane donna che era stata sequestrata e picchiata dall'uomo con cui viveva in uno stabile abbandonato a Verona, è stata liberata dalla polizia, che ha arrestato il presunto aguzzino, un giovane marocchino ora in carcere. La ragazza, trattenuta contro la sua volontà in una sorta di tugurio, nei pressi della stazione ferroviaria, è stato trovata in stato di shock, con segni di violenza sul volto e sul corpo. A dare l'allarme era stata la sorella della vittima, chiamando la Questura di Cremona, che ha poi attivato i colleghi di Verona. Gli agenti sono riusciti a penetrare nella casa forzando il lucchetto che bloccava l'ingresso.