Martedì 16 Aprile 2024

Scialpinisti morti in Svizzera, ipotesi ipotermia

I dispersi avrebbero cercato riparo scavando una buca nella neve

Scialpinisti morti in Svizzera, ipotesi ipotermia

Scialpinisti morti in Svizzera, ipotesi ipotermia

Hanno con ogni probabilità tentato di scavare una buca nella neve per trovare riparo dal freddo e dalla bufera i cinque scialpinisti elvetici trovati morti ieri sera nella zona della Tete Blanche, sulle Alpi svizzere, e che erano dispersi da sabato, insieme a una sesta persona non ancora trovata. L'ipotesi, appresa dall'ANSA da ambienti vicini ai soccorritori, è che la morte possa essere legata all'ipotermia, dopo che il gruppo aveva perso l'orientamento nella tempesta di neve. Le autorità elvetiche in conferenza stampa oggi a Sion non hanno chiarito le cause della morte, ma durante le ricerche di ieri mai si era parlato di valanga.