Rogo Malagrotta, Gualtieri 'sentita Meloni, evitare emergenza'

'Istituzioni lavorano insieme. Se fosse doloso gravità inaudita'

Rogo Malagrotta, Gualtieri 'sentita Meloni, evitare emergenza'

Rogo Malagrotta, Gualtieri 'sentita Meloni, evitare emergenza'

"Un incendio di vaste proporzioni è divampato questo pomeriggio nell'impianto di trattamento dei rifiuti di Malagrotta, il secondo a distanza di 18 mesi. Sul posto sono prontamente intervenute le squadre dei Vigili del Fuoco, insieme ai volontari della Protezione Civile, che sono al lavoro per mettere in sicurezza il sito". Lo afferma il sindaco di Roma Roberto Gualtieri. "In queste ore concitate ho sentito il presidente del Consiglio Giorgia Meloni e il sottosegretario Mantovano, il ministro Pichetto Fratin, il presidente della Regione Lazio Rocca, il prefetto Giannini: tutte le istituzioni sono allineate e concordi nel lavorare insieme per evitare a Roma un'ennesima emergenza rifiuti". "Mi sono confrontato col procuratore di Roma Lo Voi che mi ha assicurato il massimo impegno per fare luce su questo ennesimo episodio inquietante: se ci trovassimo in presenza di un atto doloso sarebbe un fatto di una gravità inaudita. Anche per questo ho chiesto al Prefetto di potenziare il controllo degli stabilimenti di Ponte Malnome, di Rocca Cencia e di Via dei Romagnoli, i tre impianti dove sono attualmente attive trasferenze o trattamento rifiuti", ha aggiunto Gualtieri. "Ama è già al lavoro per cercare di garantire soluzioni che evitino per quanto possibile riflessi sul sistema di raccolta e smaltimento di rifiuti cittadino", ha spiegato. "Questo ennesimo, gravissimo episodio - aggiunge - rafforza ancora di più la nostra determinazione a dotare finalmente Roma di impianti moderni, efficienti e sostenibili per il trattamento dei rifiuti a partire dal termovalorizzatore".