Martedì 23 Aprile 2024

'Rischio crudeltà, non estradare palestinese in Israele'

Decisione giudici dell'Aquila su uomo accusato di terrorismo

'Rischio crudeltà, non estradare palestinese in Israele'

'Rischio crudeltà, non estradare palestinese in Israele'

Nessuna estradizione in Israele per Anan Yaeesh, il 37 enne palestinese attualmente in carcere a Terni con l'accusa di terrorismo. Lo ha deciso la Corte d'Appello dell'Aquila per il rischio che l'uomo "qualora estradato nello stato di Israele possa essere sottoposto a trattamenti crudeli, disumani o degradanti, o comunque ad atti che configurano la violazione dei diritti umani". Per i giudici inoltre "non si configurano le condizioni per una sentenza favorevole all'estradizione" in quanto il detenuto "è sottoposto a procedimento penale per gli stessi fatti oggetto della richiesta di estradizione nell'ambito di un procedimento promosso dalla Procura dell'Aquila".