Ripartiti gli ecoincentivi sui veicoli non inquinanti

Prenotazioni sulla piattaforma Invitalia possibili da ora

Ripartiti gli ecoincentivi sui veicoli non inquinanti
Ripartiti gli ecoincentivi sui veicoli non inquinanti

Sono ripartite oggi le prenotazioni per l'incentivo Ecobonus in base ai criteri fissati già nel passato e in attesa delle nuove modalità alle quali il ministero delle Imprese del Made in Italy sta lavorando. Da questa mattina è infatti possibile inserire sulla piattaforma Ecobonus le prenotazioni per i contributi per l'acquisto di veicoli non inquinanti di categoria M1 (autoveicoli), L1e - L7e (motocicli e ciclomotori) e N1 e N2 (veicoli commerciali). La richiesta è possibile da pochi minuti. Lo si legge sul sito del ministero delle Imprese e made in Italy in cui si precisa inoltre che, come annunciato, il Mise sta lavorando alla modifica del decreto vigente, al fine di migliorare l'incentivo, tenendo conto dell'andamento del mercato e delle esigenze dei consumatori. Lo stanziamento totale messo a disposizione per il 2024 è pari a euro 610 milioni, più i residui non spesi nel 2022 pari a circa 300-380 milioni. Il contributo viene riconosciuto come minor prezzo praticato dal concessionario in fattura al momento dell'acquisto.