P.Chigi, finanziamento di 320 milioni per l'ex Ilva, un ponte pronto.

Acciaierie d'Italia ha presentato istanza per la composizione negoziata, mentre Invitalia chiede l'amministrazione straordinaria dell'ex Ilva. Sarà garantita liquidità con un prestito ponte di 320 milioni di euro.

P.Chigi, pronto prestito ponte di 320 milioni per l'ex Ilva

P.Chigi, pronto prestito ponte di 320 milioni per l'ex Ilva

Acciaierie d'Italia, nonostante le trattative in corso, ha presentato una richiesta presso la Camera di commercio di Milano il 15 gennaio per avviare una composizione negoziata. Inoltre, Invitalia ha inviato una lettera ad Acciaierie d'Italia holding e Acciaierie d'Italia ieri, al fine di verificare i presupposti per avviare le procedure per l'amministrazione straordinaria dell'ex Ilva. Queste informazioni sono state comunicate da Palazzo Chigi dopo l'incontro con i sindacati sull'ex Ilva. È stato spiegato che, nel caso in cui venga avviata la procedura di amministrazione straordinaria, sarà garantita la liquidità corrente attraverso un prestito ponte di 320 milioni di euro, alle condizioni di mercato.