Ostaggio in un video di miliziani Gaza, 'ucciso da raid Israele'

Media: 'E' Ohad Yahalomi, padre del 12enne Eitan già rilasciato'

Ostaggio in un video di miliziani Gaza, 'ucciso da raid Israele'
Ostaggio in un video di miliziani Gaza, 'ucciso da raid Israele'

Un gruppo armato alleato di Hamas nella Striscia di Gaza ha pubblicato un video che mostra un ostaggio israeliano che, secondo loro, è stato ucciso in un attacco aereo di Israele. "Nonostante gli intensi sforzi per salvargli la vita, il nemico sionista lo ha ucciso in un altro attacco pochi giorni fa", si legge nella didascalia del filmato che mostra un uomo mentre viene curato per una ferita, diffuso sui social media dalle Brigate Al-Nasser Salah al-Deen. Secondo quanto riportato dall'emittente libanese Al Mayadeen, affiliata a Hezbollah, le brigate - ala militare dei Comitati di resistenza popolare in Palestina - hanno identificato l'ostaggio come Ohad Yahalomi, 49enne catturato da Hamas nel Kibbutz Nir Oz durante l'attacco del 7 ottobre scorso. Ohad è il padre del 12enne Eitan Yahalomi, anche lui rapito da Hamas e rilasciato il 27 novembre scorso come parte dell'accordo di scambio di prigionieri e ostaggi tra Israele e i miliziani a Gaza. Del dodicenne sono state diffuse le testimonianze riportate dai parenti secondo cui il ragazzino è stato picchiato, imprigionato nei tunnel dell'enclave e costretto dai suoi rapitori a guardare il video del massacro del 7 ottobre, minacciato con i fucili ogni volta che piangeva.