Oppenheimer domina ai Critics Choice

Barbie 6 premi, vincono Stone e Giamatti, Succession e The Bear

Oppenheimer consolida la sua posizione di favorito nella stagione dei premi che culminerà con la notte degli Oscar. Il kolossal della Universal sul padre della bomba atomica ha conquistato otto Critics Choice awards, tra cui miglior film e miglior regista per Christopher Nolan. La 29esima edizione dei premi assegnati dalla più grande associazione di critici di cinema e tv, al Barker Hangar di Santa Monica, è stata un'ulteriore indicatore di quali titoli e nomi catturino quest'anno i favori di Hollywood. L'altro fenomeno degli incassi estivi, Barbie, ha ricevuto sei riconoscimenti, tra cui quello per la miglior commedia dell'anno. Emma Stone migliore attrice per il suo ruolo di Bella Baxter in Povere creature! di Yorgos Lanthimos. Paul Giamatti, professore burbero ma umanissimo in The Holdovers - Lezioni di vita di Alexander Payne, ha vinto il premio come miglior attore, bissando la sua vittoria ai Globes. Il bottino di Oppenheimer comprende altri premi pesanti, come miglior cast, fotografia, effetti visivi, montaggio e colonna sonora. Robert Downey Jr ha fatto seguito al Golden Globe come attore non protagonista. Per quanto riguarda il piccolo schermo, i riconoscimenti hanno ricalcato quelli dei Globes, a 24 ore esatte dagli Emmy, che si celebrano questa sera (diretta su Sky e Now dall'1 di notte in Italia). Succession, The Bear e Beef- Lo scontro si sono aggiudicati rispettivamente la migliore serie drammatica, comica e limitata. Kieran Culkin e Sarah Snook di Succession sono stati votati miglior attore e attrice in una serie drammatica; Jeremy Allen White e Ayo Edebiri di The Bear in una comica e Ali Wong e Steven Yeun hanno vinto per Beef Beef- Lo scontro. Niente da fare per la serie italiana The good mothers, che ha perso contro Lupin.