Licenziamento dipendente per bestemmia, Sindacati lo revocano

I sindacati Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, con le Rsu della Covisian, hanno ottenuto la revoca del licenziamento di un lavoratore. Augurano al diretto interessato un buon rientro a lavoro e auspicano un clima di distensione e serenità sul sito produttivo di Bologna.

Sindacati, revocato licenziamento dipendente per bestemmia
Sindacati, revocato licenziamento dipendente per bestemmia
I sindacati Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, insieme alle Rsu di Covisian, sede di Bologna, avevano annunciato e iniziato uno sciopero a oltranza fino a domenica, a causa del licenziamento di un lavoratore della società in appalto a Hera per aver bestemmiato. Ora, come dichiarato in una nota congiunta dalle Segreterie nazionali e territoriali di Bologna delle stesse organizzazioni sindacali, l'azienda ha ritirato il provvedimento. "La vicenda del licenziamento che ha interessato il lavoratore bolognese di Covisian - affermano - si è conclusa con la revoca del provvedimento comminato dall'azienda. Le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali di Slc-Cgil, Fistel-Cisl e Uilcom-Uil, che hanno sostenuto fin dall'inizio che il provvedimento fosse sproporzionato rispetto al fatto contestato, accolgono positivamente la decisione assunta da Covisian". Di conseguenza, proseguono, "augurando al diretto interessato un buon rientro a lavoro, al fianco delle proprie colleghe e dei propri colleghi" i sindacati "considerate le proficue relazioni sindacali che hanno contraddistinto negli anni il rapporto tra le parti, auspicano il ripristino sul sito produttivo di Bologna di un clima di distensione e serenità".