Kiev, 'colpita la base aerea russa di Saki in Crimea'

Mosca, 'abbattuti 4 missili ucraini' sulla penisola

L'aeronautica militare dell'Ucraina annuncia di aver colpito e reso inagibile, durante la notte, la base aerea russa di Saki, nell'ovest della Crimea occupata. Lo dichiara su Telegram il comandante dell'aviazione, Nikolai Oleshchuk, citato dai media ucraini. "Tutti gli obiettivi sono stati colpiti!" Purtroppo la nostra aviazione è rimasta senza un punto di controllo in Crimea!", ha ironizzato il generale Oleshchuk nel dare l'annuncio, riconoscendo l'operato di "piloti dell'aviazione ucraina" nell'operazione. Il ministero della Difesa di Mosca afferma che le forze russe hanno abbattuto 4 missili ucraini sulla Crimea, senza parlare di danni, mentre testimoni hanno affermato di aver udito forti esplosioni. I media ucraini ricordano che la base di Saki, accanto alla cittadina di Novofedorovka, è la sede del 43mo reggimento dell'aviazione russa, che opera in appoggio alle truppe russe nell'Ucraina meridionale ed è dotato di bombardieri Su-24 e caccia Su-30. Recentemente, il 4 gennaio si sono verificate esplosioni a Sebastopoli e a Jevpatoria, sempre in Crimea, occupata militarmente e annessa dai russi nel 2014.