Venerdì 19 Aprile 2024

Kallas, la decisione di Mosca prova che faccio cosa giusta

'Continuerò con il forte sostegno all'Ucraina'

Kallas, la decisione di Mosca prova che faccio cosa giusta

Kallas, la decisione di Mosca prova che faccio cosa giusta

La prima ministra estone, Kaja Kallas, ha affermato che la decisione di Mosca di inserirla nella lista dei ricercati è la prova che sta "facendo la cosa giusta" e ha aggiunto che continuerà ad assicurare il suo "forte sostegno all'Ucraina" e a battersi per "rafforzare la difesa dell'Europa". Kallas, in un messaggio su X, ha aggiunto che "gli strumenti della Russia non sono cambiati", ricordando che sua madre e sua nonna furono deportate in Siberia. "Il Cremlino - scrive ancora la premier estone - ora spera che questa decisione ridurrà al silenzio e me e altri, ma non sarà così".