Giovedì 16 Maggio 2024

Israele-Iran, Teheran a Onu: esercitato diritto autodifesa

"Consiglio di sicurezza ha mancato al dovere di mantenere pace"

Israele-Iran, Teheran a Onu: esercitato diritto autodifesa

Israele-Iran, Teheran a Onu: esercitato diritto autodifesa

L'ambasciatore dell'Iran alle Nazioni Unite, Saied Iravani, ha inviato una lettera alla presidenza del Consiglio di sicurezza Onu e al segretario generale Antonio Guterres affermando che l'attacco contro Israele "rientra nell'esercizio del diritto di Teheran all'autodifesa, sancito nell'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite, e in risposta alle ricorrenti aggressioni militari israeliane e in particolare dopo il raid del 1 aprile". "Purtroppo - si legge nella missiva - il Consiglio di sicurezza ha mancato al suo dovere di mantenere la pace e la sicurezza internazionale, consentendo al regime israeliano di oltrepassare le linee rosse e di violare i principi fondamentali del diritto internazionale". "Tali violazioni - continua la lettera - hanno esacerbato le tensioni nella regione e minacciato la pace e la sicurezza regionale e internazionale. Se il regime israeliano dovesse commettere nuovamente un'aggressione militare - afferma l'ambasciatore di Teheran - la risposta dell'Iran sarà sicuramente più forte e più risoluta".