Hong Kong: attivista Tony Chung ha chiesto asilo politico a Gb

'Sono arrivato sano e salvo nel Regno Unito'

L'attivista pro-democrazia di Hong Kong, Tony Chung, la persona più giovane ad essere incarcerata ai sensi della legge cinese sulla sicurezza nazionale, si trova nel Regno Unito, dove ha chiesto asilo politico. Nel 2021, Chung, allora ventenne, è diventato la persona più giovane ad essere incarcerata ai sensi della legge sulla sicurezza dopo essersi dichiarato colpevole di "secessione" ed è stato condannato a tre anni e mezzo di prigione. Secondo il Washington Post, è stato rilasciato in anticipo per buona condotta. L'attivista ha affermato di essere "arrivato sano e salvo nel Regno Unito e di aver presentato formalmente domanda di asilo politico al momento dell'ingresso", secondo una dichiarazione pubblicata su Facebook questa mattina venerdì ma datata 27 dicembre. Pechino ha imposto la legge sulla sicurezza nazionale a Hong Kong nel 2020, dopo mesi di violente proteste a favore della democrazia nell'ex colonia britannica.