Francia: continua protesta di parte degli agricoltori

Ancora blocchi su 2 autostrade a Nîmes, malgrado annunci di ieri

Francia: continua protesta di parte degli agricoltori

Francia: continua protesta di parte degli agricoltori

Malgrado le rassicurazioni del primo ministro Gabriel Attal e gli annunci di smobilitazione di ieri, la protesta di almeno una parte degli agricoltori francesi continua. Durante la notte sono proseguiti nel sud i blocchi sulle autostrade A9 e A54 nei pressi di Nîmes, dove "si continua e dove delle squadre sono rimaste mobilitate per tutta la notte", come ha dichiarato Laurence Biscayet, del sindacato Fdsea del dipartimento di Gard, di cui è capoluogo Nîmes . Alcuni sindacati del settore giudicano infatti insufficienti le misure promesse dal giovane premier, che ieri ha incontrato i suoi interlocutori "sulle barricate". Biscayet ha dato disposizioni di "incontrarsi alle 8. C'è bisogno di riflettere, di valutare gli annunci di ieri e di riflettere sulle azioni che seguiranno". Fra le promesse fatte ieri da Attal, ci sono diversi provvedimenti di semplificazione amministrativa, lo stop agli aumenti delle imposte sul gasolio per l'agricoltura e dure sanzioni alle imprese che non rispettano l'invocata "legge Egalim" che regola e protegge i guadagni degli agricoltori nei confronti dei produttori e della grande distribuzione, e anche 50 milioni per la filiera del bio.