Lunedì 20 Maggio 2024

Florida, entra in vigore la stretta sull'aborto a 6 settimane

Una delle leggi più restrittive. Biden: 'Tutta colpa di Trump'

Florida, entra in vigore la stretta sull'aborto a 6 settimane

Florida, entra in vigore la stretta sull'aborto a 6 settimane

La Florida ha introdotto da oggi uno dei divieti di aborto più severi negli Stati Uniti, già dopo sei settimane di gravidanza, in quello che il presidente Joe Biden ha definito "un incubo" innescato dal suo rivale elettorale e predecessore Donald Trump. Trump si è vantato di come i giudici da lui nominati abbiano consentito alla Corte Suprema degli Stati Uniti, di orientamento conservatore, di revocare il diritto nazionale all'aborto nel 2022, aprendo la strada ai 21 Stati che finora hanno introdotto bandi totali o parziali. "Oggi in Florida entra in vigore un divieto estremo di aborto che vieta l'assistenza sanitaria riproduttiva prima ancora che molte donne sappiano di essere incinte", ha lamentato Biden in una nota. "C'è una persona responsabile di questo incubo: Donald Trump". La nuova e severa legge della Florida sostituisce il precedente divieto fissato a 15 settimane e lascia le donne e le cliniche negli Stati Uniti del Sud a caccia di alternative. La Florida era uno dei pochi Stati nella regione meridionale in cui il limite di tempo per abortire era ancora relativamente alto e molte donne si recavano lì per interrompere la gravidanza. Kamala Harris è diventata la voce principale della campagna sul diritto all'aborto e oggi era proprio in Florida, dove ha parlato nella città di Jacksonville. Nel suo discorso, ha descritto i divieti in Florida e in altri 20 stati come "divieti di aborto di Trump". "Questo divieto si applica a molte donne prima ancora che sappiano di essere incinte, il che ci dice che gli estremisti che hanno scritto questo divieto non sanno nemmeno come funziona il corpo di una donna. Oppure semplicemente non gli interessa", ha attaccato la vicepresidente. Nonostante abbia salutato con favore la sentenza della Corte Suprema, Trump ha recentemente eluso la questione dell'aborto, evidentemente preoccupato dai sondaggi che sul tema gli danno torto. In una recente intervista a Time ha affermato che se tornerà alla Casa Bianca lascerà decidere agli Stati quando gli è stato chiesto se avrebbe sostenuto un divieto di aborto a livello federale. La Florida - dove Trump trascorre gran parte del suo tempo nel suo resort di Mar-a-Lago - è governata dal repubblicano Ron DeSantis. Il politico conservatore, che quest'anno si è candidato senza successo per la nomination del Gop, ha firmato la legge per abbassare il limite da 15 settimane a sei settimane nell'aprile 2023. La Corte Suprema del Sunshine State ha respinto l'ultima istanza legale avanzata dai gruppi pro-aborto ad aprile, aprendo così la strada all'entrata in vigore del divieto oggi. Ma gli elettori della Florida avranno la possibilità di cassare il limite delle sei settimane in un referendum che coinciderà con le elezioni presidenziali di novembre.