Filippo Mosca resta in cella, negati i domiciliari

Il ventinovenne nisseno è in carcere a Costanza, in Romania

Filippo Mosca resta in cella, negati i domiciliari
Filippo Mosca resta in cella, negati i domiciliari

E' stata respinta dai giudici romeni, nel corso dell'udienza di questa mattina, la richiesta di arresti domiciliari per Filippo Mosca, il ventinovenne di Caltanissetta, arrestato i primi di maggio dell'anno scorso e detenuto da quasi 9 mesi, nel carcere di Porta Alba, a Costanza, in Romania, dopo una condanna in primo grado a 8 anni e 3 mesi per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. "Non hanno accettato la richiesta del nostro legale - spiega al telefono la madre Ornella Matraxia - Non nutrivo molte speranze".