Europa positiva, Milano +0,5%, Wall Street guardata" (90 characters)"

Le Borse europee proseguono in rialzo, con Francoforte, Londra, Milano, Madrid e Parigi che guadagnano tra lo 0,4% e l'1,1%. Attesa per gli interventi delle banche centrali. Euro a 1,0900 sul dollaro. Spread Btp-Bund a 173 punti. Piazza Affari sfiora i 30mila punti.

Borsa: l'Europa positiva guarda a Wall Street, Milano +0,5%
Borsa: l'Europa positiva guarda a Wall Street, Milano +0,5%
Le Borse europee proseguono in rialzo e guardano a Wall Street, dove i future sono contrastati. Gli investitori sono alla ricerca di indizi sulle prossime mosse delle banche centrali, anche in base ai dati sull'andamento della manifattura. Si attendono gli interventi dei presidenti della Bce e della Fed. Sul fronte dei cambi, l'euro sale a 1,0900 sul dollaroL'indice Stoxx 600 guadagna lo 0,4%. In rialzo Francoforte (+0,7%), Londra (+0,6%), Milano e Madrid (+0,5%), Parigi (+0,4%). Nel Vecchio Continente si mette in luce il comparto tecnologico (+1,1%). Bene anche le banche (+0,3%) e le assicurazioni (+0,5%). Positiva l'energia (+0,5%), con il prezzo del petrolio in lieve rialzo. Il Wti guadagna lo 0,3% a 76,2 dollari al barile e il Brent a 81 dollari (+0,27%). Salgono anche le utility (+0,2%), con il prezzo del gas che sale dell'1,2% a 42,6 euro al megawattoraPoco movimento sui titoli di Stato. Lo spread tra Btp e Bund prosegue a 173 punti, con il rendimento del decennale italiano che scende al 4,18%. Poco variato il tasso del Bund tedesco, che si attesta al 2,44%Piazza Affari prosegue sui massimi dal 2008, dopo aver sfiorato in mattinata i 30mila punti. Nel listino principale si mette in mostra Cnh (+2%). Bene anche le banche, dopo le indicazioni della Bce sui requisiti patrimoniali. Sale Banco Bpm (+1,3%), Bper, Mps e Intesa (+0,8%), Unicredit (+0,6%). Acquisti anche su Prysmian (+1,2%) e Stm (+0,8%). In fondo al listino Amplifon (-0,8%), Diasorin e Pirelli (-0,6%) e Tim (-0,5%). Fuori dal listino principale in calo Fincantieri (-0,7%), con la definizione dei termini per l'acquisizione di Remazel Engineering.