Entro martedì 3 milioni in cassa, si paga la rottamazione

Si salda la seconda rata o si perde l'agevolazione

Sono circa 3 milioni i contribuenti chiamati a pagare entro martedì prossimo la seconda rata della rottamazione quater. La scadenza era fissata al 30 novembre ma sono previsti 5 giorni di tolleranza. Saranno quindi considerati validi i pagamenti fatti entro il 5 dicembre. Pena: la decadenza dall'agevolazione. Complessivamente - spiegava il viceministro all'Economia, Maurizio Leo - le domande arrivate all'amministrazione sono state circa 3,8 milioni. Domande poi scremate. Quindi ammesso che tutti quelli che hanno pagato la prima rata paghino anche la seconda e che molti abbiano scelto la rateizzazione più lunga (non solo una rata quindi) la cifra di contribuenti interessati sarà appunto di circa 3 milioni. Dopo il pagamento di martedì il calendario prevede poi una pausa: una sorta di 'pace della pace' fiscale. Ma solo un mese: a gennaio non si paga e il prossimo pagamento (la terza rata) è previsto entro il 28 febbraio 2024. Le rate previste dal piano di pagamenti andranno versate infatti entro il 28 febbraio, 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre di ciascun anno a partire dal 2024. In caso di mancato pagamento, anche di una sola rata, oppure qualora venga effettuato oltre il termine ultimo o per importi parziali, verranno meno i benefici della definizione agevolata e gli importi già corrisposti saranno considerati a titolo di acconto sulle somme dovute.