Conte, Meloni domani risponda a nostre 10 domande

Dal caso Pozzolo all'aumento degli sbarchi

"Presidente Meloni, alcune testate giornalistiche si sono già affrettate ad anticipare un buon numero di domande in vista della conferenza stampa di domani. Evidentemente è ormai diffusa la percezione che Lei si sottragga al confronto e lasci nella sostanza senza risposta molti quesiti. Anche noi, quale forza di opposizione, lamentiamo gli scarsi momenti di confronto in Parlamento. Le saremmo grati, pertanto, se rispondendo alle domande dei giornalisti potesse cogliere l'occasione per chiarire anche i seguenti punti". Lo scrive il presidente di M5s, Giuseppe Conte in un post su Fb in cui elenca 10 domande alla premier. Le 10 domande riguardano il caso di Emanuele Pozzolo, "il record di sbarchi del 2023", il Superbonus, "Il fallimento in Europa sul Patto di stabilità", lo stato di realizzazione dei progetti del Pnrr, "il prolungato crollo della produzione industriale", la cosiddetta "norma bavagllio" approvata dalla Camera, il dietro-front "sulla tassazione degli extra profitti bancari", il no al salario minimo che danneggia soprattutto le donne, il conflitto in Ucraina e quella a Gaza con la richiesta alla premier di "condannare con la massima fermezza l'azione militare che sta conducendo il governo israeliano".