Lunedì 17 Giugno 2024

Carabinieri: “Vicinanza a Mori, ha reso lustro all'Arma”

Nota del Comando generale dopo l'avviso di garanzia al generale

Il generale Mario Mori

Il generale Mario Mori

Roma, 22 maggio 2024 – "Nel pieno rispetto del lavoro dell'autorità giudiziaria, l'Arma dei Carabinieri esprime la sua vicinanza nei confronti di un ufficiale che, con il suo servizio, ha reso lustro all'istituzione in Italia e all'estero, confidando che anche in questa circostanza riuscirà a dimostrare la sua estraneità ai fatti contestati". Lo afferma il comando generale dei Carabinieri in una nota dopo la notizia dell'avviso di garanzia della procura di Firenze al generale Mario Mori.

Secondo i magistrati fiorentini, e malgrado le assoluzioni in 22 anni di processi, l'ex capo del Ros ed ex direttore del Sisde non intervenì pur sapendo delle intenzioni stragiste di Cosa Nostra. Le accuse sono strage, associazione mafiosa, associazione con finalità di terrorismo internazionale ed eversione dell'ordine democratico.