Bulgaria e Romania entrano parzialmente nello Spazio Schengen il 31 marzo

Bulgaria e Romania entreranno a far parte parzialmente dell'area Schengen di libera circolazione Ue a partire dal 31 marzo, secondo la decisione unanime dei 27 stati membri. La Commissione europea ha accolto con favore la decisione, dopo 12 anni di negoziati.

Bulgaria e Romania parzialmente in spazio Schengen dal 31 marzo

Bulgaria e Romania parzialmente in spazio Schengen dal 31 marzo

Bulgaria e Romania integreranno parzialmente l'Area Schengen di libera circolazione Ue a partire dal 31 marzo, hanno annunciato stanotte i 27 Stati membri. Un comunicato di Bruxelles spiega che i paesi europei hanno deciso all'unanimità di eliminare i controlli alle frontiere aeree e marittime di questi due Stati a partire dalla data corrispondente al passaggio dagli orari invernali a quelli estivi previsti dall'Associazione Internazionale del Trasporto Aereo (IATA). I 27 dovranno prendere una nuova decisione per scegliere la data in cui abolire i controlli alle frontiere terrestri interne all'Ue di Romania e Bulgaria, aggiunge la nota del Consiglio Europeo. La Commissione Europea ha accolto con favore questa decisione, che arriva dopo ben 12 anni di negoziati. "La giornata di oggi segna un momento storico per la Bulgaria e la Romania e di grande orgoglio per i loro cittadini", ha dichiarato la Presidente Ursula von der Leyen in un comunicato stampa. La Commissione Europea ha ricordato di aver ritenuto fin dal 2011 che questi due paesi fossero pronti ad aderire allo Spazio Schengen. L'Austria aveva posto il veto l'anno scorso per protestare contro i troppi immigrati clandestini arrivati sul suo territorio, prima di accettare di revocarlo in cambio di garanzie. Sofia e Bucarest hanno concordato di lottare maggiormente contro l'immigrazione clandestina in una dichiarazione congiunta firmata ieri con Vienna.