Borsa: l'Asia chiude in calo tra crescita e banche centrali

Debole Tokyo (-0,17%). Lo yen stabile sul dollaro

Le Borse asiatiche chiudono in calo dopo i dati positivi della manifattura in Cina e con gli investitori che si concentrano sulle prossime mosse delle banche centrali. Sotto i riflettori resta il tema del rialzo dei tassi per raffreddare ulteriormente l'inflazione. Archivia la seduta in calo Tokyo (-0,17%). Sul mercato valutario lo yen si mantiene stabile al cambio con il dollaro, a 148,10 e sull'euro a 161,60. A contrattazioni ancora in corso scendono Hong Kong (-0,65%) e Seul, poco mossa Shanghai (-0,02%), mentre sono in rialzo Shenzhen (+0,21%) e Mumbai (+0,78%). Sul fronte macroeconomico in arrivo gli indici Pmi manifatturiero di Italia, Spagna, Francia, Germania, del Regno Unito, dell'Eurozona e degli Usa. Per l'Italia è attesa la lettura finale del Pil del terzo trimestre. Sul fronte delle banche centrali previsti gli interventi della presidente della Bce, Christine Lagarde, e della Fed, Jerome Powell.