Venerdì 14 Giugno 2024

Borsa: Europa fiacca attende la Bce, Milano -0,8%

Debole Francoforte con crollo Siemens Energy. Spread calmo

Mercati azionari del Vecchio continente tutti in territorio negativo in attesa delle decisioni della Bce sui tassi e soprattutto del discorso della presidente Christine Lagarde del primissimo pomeriggio. La Borsa peggiore è quella di Francoforte, che cede l'1,2% anche sullo scivolone di Siemens Energy, che cede oltre il 30% sulla notizia che il governo tedesco sta trattando con la società sulle garanzie statali dopo le notevoli frenate del gruppo soprattutto nella divisione eolica. In calo di un punto percentuale il listino azionario di Madrid, con Londra, Parigi e Amsterdam in ribasso attorno allo 0,5%. In leggero calo anche Mosca con il gas in lieve calo sotto i 50 euro al Megawattora e il petrolio che fatica a tenere quota 84 dollari al barile. Euro fiacco a 1,053 contro il dollaro, con i titoli di Stato europei calmi dopo una fiammata a inizio seduta: lo spread Btp-Bund oscilla sui 202 punti base, con il rendimento del prodotto del Tesoro al 4,91%. In questo quadro Piazza Affari cede lo 0,8%, appesantita anche dallo scivolone di Campari (-10%) dopo i conti, con il terzo trimestre che ha mancato ampiamente le stime degli analisti. Male anche Saipem (-4,8%), con Bper, Fineco e Moncler in ribasso di due punti percentuali. Piatte Tim e Mediobanca, poco mossa dopo i risultati, leggermente positiva Pirelli (+0,8%) con l'annuncio della costituzione di una joint venture per la costruzione di uno stabilimento di pneumatici in Arabia saudita con il Public investment fund (Pif). Forte Stm, che sale del 3% sopra i 38 euro dopo i conti.