Bimbo di Salerno positivo alla cocaina, condizioni critiche

Un neonato di tre mesi è ricoverato in gravi condizioni a Napoli dopo essere risultato positivo alla cocaina. Si sospetta che la madre, consumatrice di droghe, abbia trasmesso la sostanza attraverso l'allattamento. La Polizia di Stato sta indagando sul caso.

A Salerno neonato positivo alla cocaina, è grave
A Salerno neonato positivo alla cocaina, è grave
Un neonato di tre mesi è attualmente ricoverato in condizioni critiche presso l'ospedale Santobono di Napoli, dopo essere risultato positivo alla cocaina. La scoperta è stata effettuata ieri dai medici del reparto di Pediatria dell'ospedale Ruggi di Salerno. Il bambino è stato portato al pronto soccorso pediatrico in condizioni estremamente gravi, ma grazie all'intervento tempestivo dei medici è stato stabilizzato e successivamente trasferito in elisoccorso al Santobono, dove è tuttora ricoverato. Dalle analisi delle urine è emerso che il neonato, nato tre mesi fa proprio presso l'ospedale Ruggi, è risultato positivo alla cocaina. Secondo quanto si è appreso, la madre sarebbe una consumatrice di sostanze stupefacenti. Non si può escludere, pertanto, che la trasmissione della droga sia avvenuta attraverso l'allattamento. Il caso è stato segnalato alle autorità della Polizia di Stato, che stanno lavorando per ricostruire gli eventi accaduti.