Attacco alle postazioni Houthi in Yemen da parte di USA e alleati

Gli USA e la Gran Bretagna hanno attaccato postazioni Houthi in Yemen, con il supporto di altri Paesi alleati, per proteggere il Mar Rosso. Joe Biden ha promesso ulteriori misure per proteggere il popolo e il commercio internazionale.

Usa e alleati attaccano postazioni Houthi in Yemen
Usa e alleati attaccano postazioni Houthi in Yemen
Gli Stati Uniti d'America e il Regno Unito hanno avviato un'operazione militare contro le posizioni degli Houthi nello Yemen, in risposta alla loro sfida di continuare i raid nel Mar Rosso nonostante gli avvertimenti. Altri Paesi alleati degli Stati Uniti, tra cui Paesi Bassi, Australia, Canada e Bahrein, sono coinvolti nell'operazione e forniranno supporto logistico, intelligence e altro ancora. Secondo quanto riferito da un funzionario statunitense alla Cnn, gli attacchi sono stati condotti principalmente con aerei da combattimento e missili Tomahawk. Più di una dozzina di obiettivi Houthi sono stati colpiti da missili lanciati da aria, terra e mare (compreso il sottomarino Uss Florida) e sono stati selezionati per indebolire la capacità degli Houthi di attaccare le navi nel Mar Rosso. Tra questi obiettivi vi erano sistemi radar, depositi e siti di lancio di droni, missili balistici e missili da crociera. Joe Biden ha dichiarato che questa è una "risposta diretta agli attacchi degli Houthi" e non esiterà "a prendere ulteriori misure per proteggere il nostro popolo e il libero flusso del commercio internazionale, se necessario".