Venerdì 12 Aprile 2024

Arrestato per blocco Alta velocità, contestato terrorismo

L'azione risale ad agosto: fu interrotta linea Firenze-Bologna

Arrestato per blocco Alta velocità, contestato terrorismo

Arrestato per blocco Alta velocità, contestato terrorismo

Eseguita dalla Digos di Firenze un'ordinanza cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di una persona accusata di aver attentato l'8 agosto scorso alla sicurezza dell'Alta Velocità sulla tratta Firenze-Bologna, a Firenzuola, danneggiando un quadro elettrico, un piezometro e il relativo modem per la trasmissione dati, che servono per il monitoraggio dell'infrastruttura ferroviaria, causando l'interruzione della linea per alcune ore. Contestata anche l'ipotesi di rimozione dolosa di cautele contro infortuni sul lavoro. Il gip, secondo quanto riferisce la procura, "ha riconosciuto l'aggravante della finalità di terrorismo". L'indagato, si spiega ancora, "risulta già attinto da custodia cautelare ed è attualmente soggetto a processo per altri sei episodi analoghi per cui è stato tratto in arresto il 25 gennaio 2022, commessi nei pressi della galleria Scheggianico", la stessa interessata dall'azione dell'8 agosto scorso. L'attentato fu rivendicato il 14 agosto "sul sito web di area anarchica 'Il rovescio'", riferisce sempre la procura secondo cui "l'arrestato, con tale gesto e con la sua rivendicazione, intese rispondere a due accadimenti: quelli di Carrara, riguardanti l'esecuzione di una misura cautelare emessa nei confronti di 9 militanti anarchici, tratti in arresto in indagini di altra autorità giudiziaria, e quelli di Firenze concernenti lo sgombero effettuato lo stesso 8 agosto in via Ponte di Mezzo".