Andrea, Clinton e Trump nella lista di Epstein

Elenco di 150 nomi, tra cui alcune celebrità, contenuto nei documenti giudiziari resi pubblici sul caso di Jeffrey Epstein. Nessuna accusa di complicità nei crimini di Epstein. L'elenco alimenta speculazioni sui potenziali soci del finanziere.

Principe Andrea, Clinton e Trump tra i nomi nella lista Epstein

Principe Andrea, Clinton e Trump tra i nomi nella lista Epstein

Il principe Andrea, gli ex presidenti degli Stati Uniti Bill Clinton e Donald Trump, ma anche Michael Jackson, David Copperfield o lo scienziato Stephen Hawking: sono alcuni dei più di 150 nomi contenuti nei documenti giudiziari resi pubblici sul caso di Jeffrey Epstein, il finanziere statunitense deceduto nel 2019 mentre attendeva il processo per crimini sessuali. L'elenco include anche persone collegate a Epstein precedentemente identificate come "John o Jane Does" - pseudonimi usati per non rivelare l'identità - in una causa intentata contro l'ex amante di Epstein, Ghislaine Maxwell. Va sottolineato che l'elenco non contiene alcuna accusa di complicità nei crimini di Epstein, e come sottolinea il Washington Post, il giudice ha deciso di renderlo pubblico poiché gran parte delle informazioni in esso contenute erano già note, e menzionavano figure i cui nomi erano già noti, inclusi amici di alto profilo di Epstein e vittime che avevano parlato pubblicamente. Nell'elenco ci sono anche persone menzionate solo di sfuggita in procedimenti legali, come nel caso di Stephen Hawking. Il celebre astrofisico viene nominato da Epstein in un'e-mail in cui parla di "false accuse" secondo cui lo scienziato avrebbe partecipato a un'orgia minorile nelle Isole Vergini. La lista comprende anche Jean-Luc Brunel, un agente di modelli francese vicino a Epstein deceduto in carcere nel 2022 in attesa di processo con l'accusa di aver violentato ragazze minorenni. Da anni, elenchi inventati e foto manipolate di Epstein circolano nei gruppi cospirazionisti di internet, alimentando speculazioni sui potenziali soci del finanziere. E l'annuncio della pubblicazione dell'elenco da parte dei giudici a dicembre ha riacceso quella frenesia: il comico Jimmy Kimmel ha minacciato azioni legali dopo che sui social media si è speculato sulla possibile presenza del suo nome nella lista, in cui non figura.