Giovedì 18 Aprile 2024

007 russi, 'bassa affluenza? Anche Meloni ha vinto così'

'Usa cercano di boicottare la partecipazione alle presidenziali'

007 russi, 'bassa affluenza? Anche Meloni ha vinto così'

007 russi, 'bassa affluenza? Anche Meloni ha vinto così'

Gli Stati Uniti, attraverso boicottaggi al sistema elettronico di voto e gli appelli dell'opposizione a non andare alle urne, cercano di ridurre il numero di votanti alle presidenziali in Russia del 15-17 marzo per screditare la consultazione, a cui Vladimir Putin si presenta per ottenere un quinto mandato. Ma dimenticano che il numero di votanti è basso anche in vari Paesi occidentali, tra cui l'Italia, dove il partito di Giorgia Meloni ha vinto nel 2022 "solo a causa della bassissima affluenza alle urne". Lo afferma il servizio stampa dei servizi d'intelligence esterni (Svr) di Mosca come riferisce la Tass. "Con la partecipazione dei principali specialisti informatici americani, si prevede di effettuare attacchi informatici al sistema di voto elettronico a distanza, che renderanno impossibile il conteggio dei voti di una parte significativa degli elettori russi", ha dichiarato l'ufficio stampa in un comunicato, citato dalla Tass. Il servizio d'intelligence aggiunge che, su istigazione di Washington, attraverso le risorse Internet dell'opposizione si diffondono appelli ai cittadini russi affinché ignorino le elezioni. La stessa fonte afferma che la riduzione dell'affluenza alle urne darebbe all'Occidente un motivo per mettere in discussione i risultati elettorali. I servizi russi sottolineano tuttavia che la bassa affluenza è un fenomeno che riguarda anche l'Occidente, e cita tra l'altro il caso dell'astensione record alle politiche italiane del 2022, quando si recò alle urne meno del 64% degli elettori. Così, si afferma nel comunicato, il partito della premier Meloni "ottenne una vittoria inaspettata solo a causa della bassissima affluenza".